Faida nel Pd bolognese, l’accusa è "renzismo"

Faida nel Pd bolognese, l’accusa è renzismo
QUOTIDIANO NAZIONALE INTERNO

di Paolo Rosato Non riesce mai a stare ’sereno’ il Pd quando ha a che fare con Matteo Renzi.

Conti ha sì la tessera di Italia Viva, stava nel Pd, ma per correre da indipendente ha lasciato gli incarichi direttivi all’interno di Iv.

"Tutte figure di ottima qualità", li definisce Roberto Gualtieri, parlamentare Pd ed ex ministro dell’Economia

Il motivo: chi è del Pd non può sostenere alle primarie del centrosinistra chi non è del Pd, come la candidata Isabella Conti (quello ‘ortodosso’ è Matteo Lepore). (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altre testate

Inoltre le critiche interne ai gruppi, facilmente rilevabili, non giovano alla tranquillità del futuro capo politico. La sistemazione della segreteria richiederà estrema attenzione, se non altro perché il tempo ha avuto ragione della bufala secondo la quale uno vale uno. (Italia Oggi)

Hanno raccontato alcune cose poi hanno fatto il contrario sulla Tav, sulle Olimpiadi. Come ha detto Draghi è il momento di dare" (Adnkronos)

Il leader di Italia Viva, ospite di Stasera Italia in onda su Rete 4, ha risposto senza esclusione di colpi a due giorni di distanza. Ma per un semplice motivo: un premier in piena pandemia non può essere sereno”. (Virgilio Notizie)

**M5S: Renzi, 'da Conte solo frasi fatte, sono finiti'**

In questo scenario rientrerebbe anche l'incontro - documentato da Report - tra Renzi e Marco Mancini, il cosiddetto 007 del Dis, il Dipartimento Informazioni per la Sicurezza. L'accusa invece è che io stessi complottando", ha spiegato il leader di Italia viva alla conduttrice (Liberoquotidiano.it)

Lo dice Matteo Renzi a Stasera Italia. Ora Di Maio ha chiesto scusa sulla giustizia, ha detto che avevano sbagliato. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr