AstraZeneca, nessun limite di età per l’Ema ma su questo si è divisa l’Europa: cosa succederà adesso

La Stampa INTERNO

Avanti con AstraZeneca, ma con attenzione.

Decisioni prese in maniera del tutto indipendente, dato che allo stato attuale, sulla base dei dati disponibili, non è possibile confermare come fattori di rischio trombosi elementi quali età, sesso e quadro clinico pregresso.

L’Agenzia europea per farmaco (Ema) ha riconosciuto che le trombosi possono essere annoverate tra i possibili effetti indesiderati dell’utilizzo del farmaco anti-Covid, che gli Stati membri hanno iniziato a vietare per determinate categorie di cittadini. (La Stampa)

La notizia riportata su altri media

L'Agenzia europea del farmaco (Ema) non ha imposto alcuna restrizione alla somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca, ma ha concluso che casi sospetti di trombosi cerebrale segnalati nelle scorse settimane possono essere effetti collaterali molto rari del farmaco. (Fanpage.it)

Covid, cosa ha detto Ema su possibilità di fare la prima dose di un vaccino e la seconda di un altro
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr