Manovra, le spese per lo smantellamento del nucleare escono dalla bolletta elettrica (le pagheremo con le tasse)

Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

Le spese per lo smantellamento del nucleare escono dalla bolletta elettrica. Si tratta di un primo cambiamento degli oneri di sistema che pesano sistematicamente sulla bolletta ma che niente hanno a che fare con i consumi della luce di famiglie e imprese. Un passo nella direzione più volte indicata dall’Autorità per l’energia per alleggerire in modo strutturale il conto recapitato agli italiani. L’intervento è necessario per rispettare gli obiettivi del Pnrr: escludendoli dalla bolletta si dà il via alla ‘fiscalizzazione‘, cioè al passaggio sulla fiscalità generale, di almeno di una parte degli oneri, escludendo proprio quelli derivanti dal decomissioning del nucleare che non dovranno più essere obbligatoriamente riscossi dai fornitori di energia. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri giornali

MeteoWeb (MeteoWeb)

L'ultima bozza della manovra prevede un primo cambiamento degli oneri di sistema che pesano sulla bolletta energetica ma che niente hanno a che fare con i consumi della luce di famiglie e imprese. (Today.it)

Il testo bollinato della manovra, firmato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, prevede l’avvio della fiscalizzazione almeno di una parte degli oneri, escludendo quelli derivanti dal decommissioning del nucleare, che non dovranno più essere obbligatoriamente riscossi dai fornitori di energia. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr