Coronavirus, 95 nuovi casi e un decesso in Fvg

Coronavirus, 95 nuovi casi e un decesso in Fvg
Il Friuli INTERNO

Infine, relativamente alle strutture residenziali per anziani, si registra il contagio di un ospite a Gorizia

I decessi complessivamente ammontano a 3.830, con la seguente suddivisione territoriale: 831 a Trieste, 2.025 a Udine, 680 a Pordenone e 294 a Gorizia.

Sono inoltre 4.483 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati dieci casi (0,22%).

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.965 tamponi molecolari sono stati rilevati 85 nuovi contagi con una percentuale di positività dell'1,71%. (Il Friuli)

Ne parlano anche altri giornali

I totalmente guariti sono 109.847, i clinicamente guariti 45 e, in calo rispetto a ieri, 787 in isolamento I DATI. I decessi complessivamente ammontano a 3.830, con la seguente suddivisione territoriale: 831 a Trieste, 2.025 a Udine, 680 a Pordenone e 294 a Gorizia (Telefriuli)

Nella giornata odierna si registra il decesso di un 85 enne di Pordenone avvenuto in ospedale; rimangono 9 le persone ricoverate in terapia intensiva e scendono a 39 (- 8) i pazienti ospedalizzati in altri reparti, 787 quelli in isolamento. (TGR – Rai)

Lo ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, dopo la firma dell'accordo tra Regione, Cgil, Cisl, Uil, Fials e Fsi sulla ripartizione e i criteri di utilizzo delle risorse destinate al comparto della Sanità. (Il Messaggero Veneto)

Liste d'attesa, Cittadinanzattiva 'boccia' il Fvg

TRIESTE Oggi, nercoledì 13 ottobre, in Friuli Venezia Giulia su 4.965 tamponi molecolari sono stati rilevati 85 nuovi contagi con una percentuale di positività dell'1,71%. I decessi complessivamente ammontano a 3.830, con la seguente suddivisione territoriale: 831 a Trieste, 2.025 a Udine, 680 a Pordenone e 294 a Gorizia (Il Piccolo)

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.965 tamponi molecolari sono stati rilevati 85 nuovi contagi, con una percentuale di positività dell'1,71 per cento. (UdineToday)

Per quanto riguarda le azioni intraprese per il recupero delle liste d’attesa, Marche, Molise, Puglia, Trento, Valle D’Aosta rimandano genericamente ad azioni previste dal decreto 104 senza mostrare altre evidenze Cittadinanzattiva ha elaborato un’indagine sulle liste d’attesa che si sono allungate a causa del Covid. (Il Friuli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr