Parla una fonte di Big Pharma: "La verità sul ritardo dei vaccini"

Parla una fonte di Big Pharma: La verità sul ritardo dei vaccini
il Giornale ECONOMIA

Fa discutere l’esistenza di un mercato parallelo dei vaccini, in cui le case farmaceutiche venderebbero anche a privati attraverso degli intermediari.

24 gennaio, AstraZeneca comunica a Bruxelles tagli del 60% nelle forniture di vaccino anti Covid per il primo trimestre.

Una soluzione più immediata alla penuria di vaccini non potrebbe essere vendere il brevetto e consentire ad altri, nei vari Stati, di produrli?

Aifa sconsiglia l’utilizzo del vaccino di AstraZeneca per gli over 65, perché non ci sarebbero abbastanza dati sull’efficacia per quella fascia di età. (il Giornale)

Se ne è parlato anche su altri giornali

(LaPresse) – Gli stipendi dei dipendenti di Alitalia per il mese di febbraio verranno pagati in ritardo, come già successo a gennaio. Secondo quanto apprende LaPresse, sarebbe questo il punto principale emerso dall’incontro tra il commissario straordinario di Alitalia Giuseppe Leogrande e i sindacati del trasporto aereo (LaPresse)

Vaccini a Napoli. Nel frattempo a Napoli la campagna vaccinale prosegue a rilento per via dei forti ritardi nella distribuzione del vaccino da parte di AstraZeneca Oxford. Ultimissime notizie vaccini. (CalcioNapoli24)

Sono partite oggi, 22 febbraio, nelle sedi Isontine di ASUGI, le vaccinazioni anti Covid-19 di tutte le Forze dell’Ordine, inclusa la Polizia Locale. La Prefettura di Gorizia ha collaborato attivamente con il personale di ASUGI all’organizzazione delle sedute vaccinali. (TriestePrima)

Vaccino Covid, insegnanti rispediti a casa: indagano i Nas

Si sospettano corsie preferenziali, senza rispettare i criteri di priorità: gli insegnanti over 55 convocati e poi rimandati a casa diventano un caso. La mancata autorizzazione del Ministero della Salute per l’impiego del vaccino AstraZeneca sulla fascia d’età che va dai 55 ai 65 anni. (Il Capoluogo)

Al via i test del vaccino su bambini e adolescenti. Lo studio, un trial clinico di fase II denominato COV006, prevede di coinvolgere complessivamente 300 bambini, di cui 240 riceveranno il vaccino anti-Covid e 60 un siero di controllo contro la meningite, chiamato MenB, con lo scopo di valutare sicurezza e risposta immunitaria in bambini e adolescenti sani. (Scienze Fanpage)

«Le reazioni avverse riferite alla seconda dose sono riportate come più lievi e meno frequenti rispetto a quelle correlate alla prima dose» «La maggior parte delle reazioni avverse si risolve entro 2-3 giorni dalla vaccinazione», sottolineano dall'Usl 1. (Corriere Delle Alpi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr