Influenza, subito boom di casi: previsto un picco anticipato. Difficoltà nel distinguere i sintomi da quelli del Covid

Influenza, subito boom di casi: previsto un picco anticipato. Difficoltà nel distinguere i sintomi da quelli del Covid
Trentino SALUTE

"Abitualmente, - sottolinea Claudio Cricelli, presidente Simmg - l'influenza iniziava con pochi casi che crescevano gradualmente.

Il ché lascia prevedere un "picco di casi anticipato" rispetto la norma.

L'influenza stagionale quest'anno si sta manifestando in "maniera anomala", è iniziata ed "è immediatamente balzata sopra il livello epidemico".

Il susseguirsi dei nuovi casi è sotto gli occhi di tutti i medici di famiglia italiani

Questa la previsione che emerge dal 38/mo Congresso della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (Simmg) a Firenze (Trentino)

Se ne è parlato anche su altre testate

Lo spiegano Ignazio Grattagliano, consigliere della Fondazione Simg (Società italiana di medicina generale e delle cure primarie) e Alessandro Rossi, vice presidente della Fondazion Simg, durante il 38esimo congresso Simg. (Today)

«Quest'anno è iniziata nella 42esima settimana ed è immediatamente balzata sopra il livello epidemico. Prosegue a ritmi sostenuti anche la campagna per vaccinare contro l'influenza, accelerata proprio dall'andamento del virus (Il Messaggero)

Influenza, per i medici di famiglia picco anticipato a fine anno

Inoltre, ha sottolineato ancora Cricelli, “Covid e influenza non sono facilmente distinguibili, tanto più che la variante Delta ha un'elevata modalità di espressione attraverso le elevate vie respiratorie, quindi simula i sintomi tradizionali dell'influenza e di altre malattie respiratorie”, ha spiegato ancora. (Sky Tg24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr