Red Bull: ecco le prime immagini della RB16B

Red Bull: ecco le prime immagini della RB16B
Per saperne di più:
Motorsport.com Italia SPORT

La RB16B nasce con la nuova power unit Honda la RA 621H: i tecnici nipponici in questa realizzazione hanno messo tutte le loro conoscenze prima di lasciare il Circus alla fine di questa stagione.

Oltre agli interventi migliorativi in camera di combustione del 6 cilindri endotermico, i giapponesi diretti da Tanabe hanno migliorato la parte ibrida

Dall’aspetto la RB16B non sembra troppo diversa dalla macchina da cui deriva, ma basta dare uno sguardo più attento per scoprire che ci sono alcuni aspetti interessanti da approfondire. (Motorsport.com Italia)

Ne parlano anche altre fonti

La RB16B rappresenta nella volontà della Red Bull una ‘semplice’ evoluzione della monoposto 2020, vista anche la continuità regolamentare tra le due stagioni, dipendente dal blocco degli sviluppi causa pandemia. (FormulaPassion.it)

😄 @Max33Verstappen's lid for the 2021 season 🔥 #ChargeOn 🤘 pic.twitter.com/rOC7ibMZaJ — Red Bull Racing (@redbullracing) February 24, 2021. In questo grande turbinio di novità, l’unico punto fermo resta Max Verstappen. (FormulaPassion.it)

Questi chilometri servono a Perez per acclimatarsi al volante e ai sistemi Red Bull anche in vista del filming-day di Silverstone, previsto per domani 24 febbraio. Finding the biting point at a bitterly cold Silverstone 🥶😎 #ChargeOn 🤘 pic. (FormulaPassion.it)

Albon: “Rivoglio il posto in Red Bull”

Vi diamo appuntamento a fra poco per la descrizione tecnica completa di una delle Formula 1 più attese di questa stagione di transizione, nella quale le regole FIA fissano molti paletti nello sviluppo, lasciando però piena liberta nella ricerca aerodinamica, dopo aver deciso dei tagli che dovrebbero costare, almeno sulla carta, una perdita di downforce pari al 10% del carico. (Motorsport.com, Edizione: Italia)

Nella giornata in cui è stata mostrata la RB16-B per il prossimo Mondiale, Sergio "Checo" Perez ha svelato il suo primo casco da pilota Red Bull. (Sky Sport)

Del resto Albon non è nuovo a dover ricominciare tutto da capo, anche per quanto concerne la galassia Red Bull. Dopo un 2019 da sogno, con l’esordio in F1 quando ormai si era ‘arreso’ all’idea di dover correre in Formula E e la promozione in Red Bull a metà stagione al posto di uno spento Pierre Gasly, nel 2020 Alexander Albon ha dovuto subire l’altro lato della medaglia del mondo Red Bull, ovvero la bocciatura senza appello a stretto giro di posta dopo un anno da eroe. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr