Covid, Galli sul ritorno a scuola: «Ci saranno problemi, variante pericolosa per ragazzi e bambini»

Covid, Galli sul ritorno a scuola: «Ci saranno problemi, variante pericolosa per ragazzi e bambini»
Il Portico News SALUTE

E i problemi che mi aspetto sono quelli di un aumento della diffusione dell'infezione perché, purtroppo, tutti i bambini non sono vaccinati».

«Gli adolescenti lo sono solo in parte e ahimè questa variante, di questo virus, è particolarmente in gamba nell'infettare anche i ragazzini e i bambini

Scritto da (redazioneip), martedì 14 settembre 2021 14:43:37. Ultimo aggiornamento martedì 14 settembre 2021 14:43:37. (Il Portico News)

Se ne è parlato anche su altri giornali

L’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: "No-vax paghino i ricoveri". L’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato, in un'intervista al Messaggero, si scaglia contro chi fa propaganda anti-vaccino: "I no-vax che contraggono il virus e finiscono nelle terapie intensive degli ospedali della Regione Lazio dovranno pagare i ricoveri. (La7)

E’ preoccupato Massimo Galli, primario di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, circa la probabile risalita dei contagi dopo la riapertura della scuola. Purtroppo, però, la riapertura delle scuole sicuramente ci darà qualche problema. (Il Sussidiario.net)

A cura di Chiara Ammendola. Il professor Massimo Galli. Il ritorno a scuola di milioni di studenti coincide con i timori di un aumento della diffusione delle infezioni da Covid-19. Variante Mu non spazzerà via la variante Delta. (Fanpage.it)

Terza dose, vaccino Covid: i dubbi di Bassetti e Galli

Il professor Massimo Galli, primario di malattie infettive del Sacco di Milano, si avvia a concludere la propria carriera come responsabile del reparto. "Servirebbe il green pass sugli autobus? (Adnkronos)

Queste persone devono assumersi le responsabilità delle loro scelte fino in fondo" (La7)

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha dato il via libera alla somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid. Il problema, però, è che, senza studi approfonditi sulla ragione della mancata produzione di anticorpi, si rischia l’inefficacia anche della terza dose. (Investire Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr