Deserto del Negev, Israele continua a usurpare terre e reprimere i palestinesi

Deserto del Negev, Israele continua a usurpare terre e reprimere i palestinesi
L'AntiDiplomatico ESTERI

Le forze israeliane effettuano attacchi contro manifestanti palestinesi da giorni nel deserto di Al-Naqb (Negev), nel sud dei territori palestinesi occupati.

Le forze di sicurezza del regime israeliano continuano i loro attacchi contro la popolazione beduina in diversi villaggi nel deserto di Al-Naqb, nel Negev, nel sud dei territori palestinesi occupati.

Da HAMAS hanno assicurato che la repressione israeliana non dissuaderà il popolo dal continuare a difendere il proprio legittimo diritto

Secondo i manifestanti, il progetto mira l controllo delle loro terre e costituisce un ostacolo nella loro lotta affinché questo regime riconosca ufficialmente i loro villaggi. (L'AntiDiplomatico)

Su altre testate

Una promessa in diretta opposizione a Raam (Lista Araba Unita), unico partito arabo al governo, di cui i beduini del Negev sono la base elettorale Il governo israeliano afferma che piantare non cambia la disputa sulla proprietà; ma la gente del posto non si lascia ingannare. (oggiurnal)

La colonia era stata evacuata nel 2005 ma gli abitanti l’avevano ricostituita.Un mese fa a Homesh un palestinese ha aperto il fuoco contro un’auto su cui viaggiavano studenti di una scuola religiosa ebraica, uccidendone uno e ferendone altri due (LaPresse)

Resta alta la tensione nel Neghev dopo gli scontri tra reparti della polizia e cittadini beduini scatenato dal programma del Fondo nazionale ebraico (Fne) di «rimboschimento» di terre private. Gli israeliani beduini, già da anni soggetti a piani di «trasferimento» dai loro villaggi (decine dei quali non sono riconosciuti dallo Stato) verso township, accusano il Fne di celare dietro il rimboschimento la confisca futura da parte dello Stato delle terre in questione. (Il Manifesto)

Inquinamento ed insediamenti industriali. Al via una commissione indipendente targata Ugl

Chi rema pesantemente contro il Governo, cavalcando le frizioni interne alla coalizione, è l’immarcescibile Benjamin Netanyahu, ancora leader del Likud O meglio, l’eliminazione dei terreni agricoli beduini non riconosciute da Israele per far spazio a un progetto di forestazione finanziato dal Jewish National Fund. (Eastwest.eu)

Della suddetta commissione faranno parte lo stesso Roberto Favoccia ed i dirigenti sindacali Annabella D’Angelo, Marianna Grande, Maria Rosaria Laudisio, Luciano Gentile e l’Avvocato Giorgio Giudizioso. (Sardegna Reporter)

Dodici manifestanti feriti, dieci arrestati e alcuni poliziotti contusi. (Il Manifesto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr