16:44 Covid, 79 casi a Rimini. Due i decessi

16:44 Covid, 79 casi a Rimini. Due i decessi
San Marino Rtv SALUTE

Si abbassa l'età media dei nuovi positivi che oggi è a 38,8 anni.

Nella Provincia di Rimini sono 79 le nuove positività a fronte di 34 guarigioni.

Sono 950 i nuovi casi di Covid 19 rilevati nelle ultime 24 ore in Emilia Romagna, su un totale di 9.852 tamponi eseguiti.

Aumentano però i ricoveri: uno in più di ieri quelli nei reparti di terapia intensiva, che oggi sono 217, mentre crescono di 31 quelli nei reparti covid (1,671). (San Marino Rtv)

Su altri media

Sono 12.965 i nuovi casi di coronavirus in Italia* (ieri sono stati +13.446, qui il bollettino). (Corriere della Sera)

Nelle ultime 24 ore sono stati 144 i decessi (ieri 226), che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 121.177. I dimessi/guariti sono 3.492.679 con un incremento di unità 8.637 nelle ultime 24 ore. (Il NordEst Quotidiano)

Ed è proprio a quelle conquiste e a quei diritti, oggi minacciati da una pandemia mondiale che erode l’occupazione, che è dedicato questo Primo Maggio", conclude la nota Come ci insegna il Primo maggio, nel nostro piccolo dobbiamo lottare per le cose importanti. (Yahoo Notizie)

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 1 maggio: 12.965 nuovi casi e 226 morti

Tra ieri e oggi sono stati già distribuiti in generale altri 2,5 milioni circa di vaccini (oltre 2 mnl di Vaxzevria, 270mila di Moderna, 160 di Janssen). Finora sono stati consegnati in tutto oltre 22 milioni e 500mila vaccini, tra Pfizer, Moderna, Vaxzevria (Astrazeneca) e Janssen (Johnson & Johnson) (Firenze Post)

Il Ministero della Salute, oggi domenica 2 maggio, ha reso noto il bollettino della pandemia da Covid in Italia. Bollettino 2 maggio (fonte: Ministero della Salute)Anche oggi, domenica 2 maggio, i casi riguardanti la pandemia da Covid-19 in Italia sono stati resi noti attraverso una tabella sanitaria riassuntiva dal Ministero della Salute. (Yeslife)

manifestazione. A 76 anni dagli eventi che segnarono la fine del fascismo a Dongo e Giulino di Mezzegra sono andate in scena contrapposizioni mai sopite: da una parte «Presente» e saluti romani, dall’altra «Bella ciao», fischi e trombette da stadio (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr