Avrebbero promesso falsi posti di lavoro in cambio di denaro, arrestati due riberesi e una polacca

Avrebbero promesso falsi posti di lavoro in cambio di denaro, arrestati due riberesi e una polacca
Risoluto SALUTE

Al termine il sostituto procuratore Michele Marrone ha chiesto e ottenuto l’arresto di tre persone per l’ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa.

Nella foto, il sostituto procuratore Michele Marrone

Avrebbero promesso in cambio di denaro posti di lavoro finte assunzioni alle Poste a sei persone.

Arrestata e posta ai domiciliari anche una polacca, Sylvia Adamczyk, di 47 anni, che risiede a Palermo (Risoluto)

La notizia riportata su altri media

I numeri degli attuali positivi si mantengono a Sciacca comunque sempre alti per effetto compensativo tra nuovi casi e guarigioni. C’e’ anche un novantaduenne tra i nuovi sei casi, un settantaduenne, e ancora un ventenne, un bimbo di dieci, un altro di cinque e un piccolino di due: sono queste le ultime notifiche pervenute alla sindaca Valenti da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Agrigento (Risoluto)

Con il nuovo ordine di servizio, i medici della Medicina Covid del reparto di Sciacca che al momento, rimane quasi saturo, andranno a ricoprire i turni notturni della degenza ordinaria Covid del Fratelli Parlapiano. (Risoluto)

L’indagine sui falsi posti di lavoro con tre arresti a Ribera e Palermo, tutti i dettagli (Video)

Le indagini sono state svolte dalle sezioni di polizia giudiziaria dei carabinieri, della polizia e della guardia di finanzia che operano presso la Procura di Sciacca e avrebbero evidenziato la vendita di falsi posti di lavoro alle Poste in cambio di denaro. (Risoluto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr