Samsung Galaxy Book Pro 360: le nostre prime impressioni

Samsung Galaxy Book Pro 360: le nostre prime impressioni
HDblog SCIENZA E TECNOLOGIA

PREZZO E PRIME CONSIDERAZIONI. Il nuovo Galaxy Book Pro 360 è attualmente disponibile nella configurazione con Core i7, 16 GB di RAM e 512 GB di storage ad un prezzo di 1.599 euro

CPU INTEL E SOFTWARE SUPER INTEGRATO. Spendiamo due parole riguardo a quello che si nasconde sotto la scocca di questo Galaxy Book Pro 360.

Parliamo di Galaxy Book, Galaxy Book Pro e Galaxy Book Pro 360, annunciati settimana scorsa e caratterizzati da specifiche di buon livello e da un design accattivante. (HDblog)

Su altre testate

L’errore rende sempre più improbabile, ai nostri occhi, che venga presentato ad agosto, ma come sempre vi riporteremo maggiori informazioni non appena disponibili Cliccare su quel link, però, reindirizza alla pagina della Serie S21 e non a maggiori informazioni su S21 FE, come apparentemente promette di fare. (Androidworld)

E fin qui, nulla di strano o di particolarmente eclatante da segnalare. Il pacchetto, che porta la build numero A725FXXU1AUD2, è accompagnato tuttavia da un changelog stringato e assolutamente generico, che non entra nel dettaglio delle modifiche apportate, limitandosi le possibili integrazioni che possono portare gli aggiornamento, e dunque i miglioramenti di rito alla stabilità e alla prestazione del sistema e il fix di bug noti (HDblog)

Samsung ha lanciato Routine+, un nuovo modulo Good Lock che offre agli utenti la possibilità di creare delle routine Bixby più sofisticate, grazie all’aggiunta di più funzionalità. SmartThings accessibile mediante browser Web. (TuttoAndroid.net)

Samsung accetta la sfida degli AirTags di Apple e lancia Galaxy SmartTag+

I possessori degli smartphone Galaxy S20 hanno trascinato in tribunale la Samsung per una grave falla: di cosa si tratta. Tutti i dettagli. I possessori del Samsung Galaxy S20 hanno trascinato l’azienda coreana in tribunale per aver deliberatamente nascosto un errore dello smartphone. (Computer Magazine)

Samsung si rifiuta di pagare i costi delle riparazioni dei Galaxy S20. Si dice che Samsung fosse a conoscenza del difetto ma si rifiutò comunque di offrire una riparazione gratuita. Secondo lo studio legale, i dispositivi in questione avrebbero un errore diffuso che Samsung avrebbe deliberatamente nascosto. (Tecnoandroid)

Quando si utilizza l’app SmartThings lo SmartTag+ può essere rintracciato fino a una distanza di quasi 120 metri. Lo SmartTag+ può anche ovviamente essere rintracciato attraverso la rete Galaxy Find, che è supportata dagli smartphone Galaxy iscritti al servizio (MobileWorld)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr