Audrey Diwan vince il Leone d’Oro con il film L’événement

Audrey Diwan vince il Leone d’Oro con il film L’événement
SuperGuidaTV INTERNO

È il verdetto delle madri: ostinate e parallele, in affanno per il lavoro, in carcere o mai diventate tali per l’aborto clandestino”. La trama de L’événement di Audrey Diwan. L’événement, secondo lungometraggio di Audrey Diwan, è un racconto introspettivo che vive attraverso l’esperienza diretta della protagonista.

C’è un’opposizione cruda, reale e continua al punto che quando riesce a trovare una soluzione, potrebbe esserle fatale

La vincitrice del Leone d’Oro per il Miglior Film alla 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è Audrey Diwan per L’événement che con il suo film racconta il tema dell’aborto e della libertà di scelta delle donne. (SuperGuidaTV)

Ne parlano anche altre fonti

Quarantenne francese di origini libanesi, Audrey Diwan è al suo secondo lungometraggio, ha esordito nel 2019 con Mais vous êtes fous. Ho voluto seguire il mio personaggio nella sua evoluzione e condividere le sensazioni che si provano vivendo questa clandestinità». (Corriere della Sera)

Premio per la migliore sceneggiatura a Maggie Gyllenhaal per il film 'The lost daughter' Venezia, 11 settembre 2021 - 'L'événement' di Audrey Diwan (Francia) è il Leone d'oro di Venezia 78 assegnato dalla giuria presieduta da Bong Joon Ho e composta da Saverio Costanzo, Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, Alexander Nanau e Chloé Zhao. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Sembra incredibile ma ancora in 16 paesi l’aborto è considerato un crimine e quello che sta succedendo in Texas ci fa capire come la battaglia è ancora lunga. Ma sarà una lotta contro il tempo… (Ciak Magazine)

Anamaria Vartolomei: «La mia rabbia contro chi nega la liberta alle donne»

L’Italia non vinceva il Gran Premio dal 2011, quando trionfò Terraferma di Emanuele Crialese Dopo il trionfo di Titane al Festival di Cannes, la Francia vince anche il primo premio della Mostra di Venezia (cinematografo.it)

- A Filippo Scotti, il Fabietto protagonista di “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino (Italia) va il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore emergente Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, organizzata dalla Biennale di Venezia:. (Ticinonews.ch)

Ducorneau Palma d’oro con «Titane», Diwan Leone d’oro e prima l’Oscar di Chloé Zhao con «Nomadland» trionfatore qui al Lido Ha seguito la lavorazione, ci è sempre stata vicina». (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr