La delega sul Fisco ancora non c'è, ma è già scontro sulle tasse sulla casa

La delega sul Fisco ancora non c'è, ma è già scontro sulle tasse sulla casa
la Repubblica INTERNO

Il primo intervento possibile, con una dote di 2,3 miliardi, è conteso tra taglio dell'Irap e riduzione dell'Irpef.

La delega sul Fisco ancora non c'è, ma è già scontro sulle tasse sulla casa. (ansa). Il governo al lavoro sulle modifiche al fisco, intanto i partiti piazzano le loro richieste.

Sull'aggiornamento dei valori immobiliari arriva l'altolà delle destre

(la Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

Perché, come da anni sottolineano Ocse e Commissione europea, i proventi aggiuntivi potrebbero essere utilizzati per ridurre le tasse sul lavoro. Inoltre i valori catastali dei terreni e dei beni, che costituiscono la base per il calcolo dell’imposta sui beni immobili, sono in gran parteed è ancora in itinere la riforma tesa ad allinearli ai valori di mercato correnti” (Il Fatto Quotidiano)

“La casa in Italia è già supertassata: non possiamo permetterci che un altro aumento delle tasse stronchi la ripresa nel ’22, ripetendo l’errore fatto nel 2012 con l’Imu” ha detto ancora Fisco, novità sulle tasse per la casa: la riforma del catasto. (QuiFinanza)

Fisco, il Governo accelera sulla riforma: si ragiona sulla revisione del catasto

Continua il dibattito politico sulla riforma fiscale nonostante i tempi stringano. E dunque si parla di una riforma che molto probabilmente non vedrà tra i protagonisti l'Irpef. (Panorama)

Oltre alla revisione dell’Irpef per i ceti medi e la cancellazione dell’Irap per ridurre il carico fiscale alle aziende, il Governo infatti punterebbe a rivedere i principi che regolano la classificazione degli immobili. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr