Bollette, nel decreto Aiuti bis lo stop (fino a maggio 2023) alle modifiche unilaterali dei contratti con aumenti per i consumatori

Il Fatto Quotidiano ECONOMIA

Molte hanno già ricevuto nei mesi scorsi una comunicazione che anticipava il recesso o la modifica unilaterale (peggiorativa) delle condizioni economiche previste dal contratto.

Discorso diverso ovviamente per chi si affida ancora al mercato tutelato: lì le tariffe sono decise dall’authority di settore Arera.

Con i prezzi dell‘energia alle stelle e Berlino che consente alle aziende energetiche fornitrici di gas di scaricare sui consumatori i costi aggiuntivi, che cosa devono aspettarsi le famiglie italiane con un contratto sottoscritto sul mercato libero?

A fronte del flop dell’acconto della tassa sugli extraprofitti delle aziende energetiche, il governo uscente ha anche previsto una stretta

Gli utenti tutelati hanno comunque subito fortissimi rincari e, come ha avvertito la stessa authority, in autunno andrà ancora peggio. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altre testate

Prezzo calmierato per il gas anche agli over 75. . (Il Sole 24 ORE)

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il Telegrafo Nessuna pubblicità sugli articoli Premium La Newsletter settimanale del Direttore Accesso riservato a eventi esclusivi (LA NAZIONE)

Detta in maniera semplice, non potranno aumentare i costi delle nostre bollette, nemmeno con la scappatoia del diritto di recesso. In chiusura, diamo conto anche della posizione di Utilitalia, la Federazione delle imprese idriche, ambientali ed energetiche, estremamente critica nei confronti del decreto (DDay.it)

Le misure a favore delle imprese. Il decreto legge meglio noto come “Aiuti Bis” è in realtà il D.L. Gli interventi a favore dei pensionati e dei lavoratori. La novella legislativa del decreto ” aiuti bis” contiene varie ed importanti disposizioni a favore dei lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. (Edilizia.com)

Ad oggi, tra gennaio e luglio 2022, hanno perso la vita nel Mediterraneo 180 migranti e 648 risultano dispersi, mentre i migranti intercettati e riportati in Libia risultano essere 11.057, tra cui 422 minori. (IlSudEst)

Viene inoltre disposto che nel quarto trimestre 2022, l’ARERA provvederà a mantenere inalterati gli oneri generali di sistema nel settore del gas in vigore nel terzo trimestre. Si prevedono, inoltre, risorse a favore delle imprese agricole che hanno subito danni derivanti dall’eccezionale siccità. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr