Caso pollo fritto in piazza Erbe, Tar del Veneto cancella divieto Comune: ok anche all'asporto

TgVerona ECONOMIA

Nuova puntata del "caso del pollo fritto" in centro a Verona.

Il Tar del Veneto ha dato il via libera a Kfc per la vendita anche con asporto.

Con l’ordinanza pubblicata venerdì, la terza sezione del Tar ha accolto il ricorso della Kfc, ordinando l’immediata sospensione dell’efficacia della cosiddetta delibera "salva-decoro" emessa ad agosto dal Comune di Verona.

Come riporta il Corriere di Verona, infatti, la multinazionale americana si è aggiudicata un importante round a Venezia (TgVerona)

Ne parlano anche altri giornali

La «guerra» del pollo fritto Fatto sta che, nella «guerra del pollo fritto» scoppiata la scorsa estate in piazza Erbe, la catena Kfc si è aggiudicata nelle ultime ore un importante round a Venezia. Le succulente e croccantissime alette di pollo «del Colonnello» che da una settimana si friggono in piazza Erbe? (Corriere della Sera)

Dopo aver perso la battaglia politica per l’apertura del nuovo ristorante Kfc ora perde anche la battaglia giudiziaria per impedire il consumo del cibo di asporto. Leggi anche Il pollo fritto Kfc sbarca in piazza Erbe e scoppia la polemica (L'Arena)

L'effetto dell'ordinanza cautelare del Tar Veneto pubblicata ieri, venerdì 2 dicembre, è quello di sospendere i provvedimenti impugnati e, in seconda istanza è stata anche fissata, per la trattazione di merito del ricorso, l'udienza pubblica prevista il prossimo 9 marzo 2022. (Verona Sera)

Ma per il Tar del Veneto questo divieto danneggia pesantemente, da un punto di vista economico, l'attività di Kfc e così i giudici hanno ordinato la sospensione del provvedimento del Comune di Verona (TgVerona)

E così hanno fatto ricorso al Tar, ritenendo illegittima la limitazione al consumo del pollo fritto stabilita dal Comune ed hanno richiesto una sospensiva del provvedimento comunale in attesa della sentenza. (L'Adige di Verona)

Selezionate per te Monrealese multato durante il lockdown fa ricorso al Prefetto e vince MONREALE – Multato dai Carabinieri per violazione del lockdown, viene “assolto” dalla prefettura. Il ricorso era stato curato dall’avvocato Alessia Meli, esperto del sindaco. (Monrealelive.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr