Stellantis: accordo con i sindacati per incentivi alle uscite e ricollocazione dei lavoratori - Quattroruote.it

Quattroruote ECONOMIA

Stellantis e i sindacati, esclusa la Fiom, hanno sottoscritto un accordo in relazione alle uscite volontarie di lavoratori dal gruppo che prevede nuovi incentivi finanziari e percorsi di ricollocazione.

Si tratta, complessivamente, di 49 mila dipendenti, per i quali è previsto un massimo di 1.820 uscite volontarie (per le quali erano già state raggiunge 752 pre-intese), pari al 3,7% del totale dei lavoratori. (Quattroruote)

La notizia riportata su altri media

Dunque, chi rimarrà escluso dal trattamento pensionistico entro le tempistiche appena illustrate, la proposta è di 24 mensilità, 55 mila euro e 20 mila se l’uscita dalla società avviene entro il 30 settembre. (ClubAlfa.it)

Per i lavoratori negli uffici il bonus è di 24 mensilità dai 50 anni, 18 mensilità tra 45 e 49 anni, 12 mensilità tra 40 e 44 anni e 6 mensilità fino ai 39 anni. Per chi invece non può raggiungere la pensione entro queste tempistiche, l’incentivo è di 24 mensilità, 55 mila euro e 20mila se l’uscita avviene entro il 30 settembre. (Auto.it)

Le organizzazioni sindacali metalmeccaniche Fim, Uilm, Fismic, Uglm, Aqcfr, presenti nel comitato esecutivo, rendono noto che per una giusta e sostenibile transizione, pattuiti nuovi incentivi e un percorso di ricollocazione attiva per 1.820 uscite volontarie nei siti italiani. (Vasto Web)

Per chi invece non può raggiungere la pensione entro queste tempistiche, l’incentivo è di 24 mensilità, 55 mila euro e 20mila se l’uscita avviene entro il 30 settembre. Per i lavoratori negli uffici il bonus è di 24 mensilità dai 50 anni, 18 mensilità tra 45 e 49 anni, 12 mensilità tra 40 e 44 anni e 6 mensilità fino ai 39 anni. (Tuttosport)

Un tema serio che tocca molti, che passa da accordi con i sindacati (Fim, Uilm, Fismic, Ugl, Acqf). Riguarda persone che non si possono agganciare alla pensione, ma anche chi può uscire dal lavoro e andare in pensione avrà dei bonus, dal grande gruppo. (Automoto.it)

Stando a quanto riportato in un comunicato della Fim-Cisl, i sindacati metalmeccanici (Fim, Uilm, Fismic, Uglm, Aqcfr) hanno firmato per 1.820 uscite volontarie dalle fabbriche italiane di Stellantis. Tenendo conto di questi esuberi e degli anni, negli impianti italiani di Stellantis hanno lasciato a casa circa 4.000 operai. (AlVolante)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr