Nella mappa Ue sul Covid il nord Italia diventa verde

Nella mappa Ue sul Covid il nord Italia diventa verde
Approfondimenti:
LaPresse ECONOMIA

La scorsa settimana la Basilicata era in rosso.

Sono in verde Liguria, Lombardia, Piemonte, provincia autonoma di Trento, Friuli Venezia Giulia, Umbia, Abruzzo, Molise, Puglia e Sardegna.

Fanno eccezione Veneto ed Emilia Romagna. Nella mappa settimanale elaborata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie Ecdc dieci regioni sono in verde, il resto in arancione.

E’ rossa, se il tasso di notifica del caso Covid-19 cumulativo di 14 giorni è compreso tra 50 e 150 e il tasso di positività del test per l’infezione da Covid-19 è del 4% o più, o se il tasso di notifica del caso di Covid-19 cumulativo di 14 giorni è superiore a 150 ma inferiore a 500

(LaPresse)

La notizia riportata su altri media

Le regioni dove la situazione è più seria, invece, si trovano in Slovenia, Romania, parte meridionale della Bulgaria e Repubbliche baltiche. In rosso resta tutta la Germania. (TgPadova)

(Palermomania.it)

In rosso resta tutta la Germania. Le regioni dove la situazione è più seria, invece, si trovano in Slovenia, Romania, parte meridionale della Bulgaria e Repubbliche baltiche. (San Marino Rtv)

Covid: nella mappa Ecdc Puglia in verde con il Nord, Molise, Abruzzo, Umbria e Sardegna

Romania e Bulgaria sono i paesi Ue con i tassi di vaccinazione più bassi Quasi tutto il Nord-Italia, con l'eccezione di Veneto, Emilia Romagna e provincia di Bolzano, è in verde nella mappa aggiornata sull'incidenza del Covid in Europa, curata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). (Il Giornale di Vicenza)

Rispetto al precedente monitoraggio torna in “verde” la Liguria, mentre passa da “verde” e “arancione” (tra 75 e 200 casi ogni 100mila abitanti) la Valle d’Aosta. (piacenzasera.it)

Quasi tutto il Nord-Italia, con l’eccezione di Veneto, Emilia Romagna e provincia di Bolzano, è in verde nella mappa aggiornata sull’incidenza del Covid in Europa, curata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). (ilsipontino.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr