Indagata la nonna di Eitan. Lo zio: "Come prigioniero di Hamas"

Indagata la nonna di Eitan. Lo zio: Come prigioniero di Hamas
il Giornale INTERNO

Il primo ad accusare la nonna materna è stato lo zio paterno di Eitan, che vive a Pavia con la moglie Aya, tutrice legale del piccolo

Niko è il marito di Aya Biran, affidataria in Italia di Eitan.

Il ruolo della Peleg, dunque, è ancora da chiarire: potrebbe infatti aver aiutato l'ex marito a portare il piccolo in Israele.

Ieri il medesimo provvedimento ha raggiunto il nonno Shmuel Peleg.

Anche la nonna materna del piccolo Eitan Biran, Ester "Eggy" Peleg, è indagata dalla procura di Pavia per sequestro di persona. (il Giornale)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Indagato anche l'ex marito, che ha portato il piccolo Eitan in Israele sabato mattina con un volo privato e senza alcuna autorizzazione. Or Nirko è il marito di Aya Biran, affidataria in Italia di Eitan. (Liberoquotidiano.it)

Eitan, lo zio rivela: «Abbiamo parlato al telefono, pronto ad andare a riprendermelo»

Leggi anche > Eitan, la famiglia della mamma: «Sta bene». La zia chiede al tribunale di rimandarlo in Italia. «Siamo pronti ad andare in Israele a riprendercelo, partiremo presto ma non vi dico la data. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr