Riforma del Fisco pagata con i soldi recuperati dell'evasione? Il piano del MEF

Money.it ECONOMIA

Prevista anche l’istituzione del nuovo “fondo per l’attuazione della riforma fiscale”, a incrementato dagli incassi proveniente dalla lotta all’evasione.

Riforma del Fisco pagata con i soldi recuperati dell’evasione?

Nell’atto di indirizzo sulle politiche fiscali per gli anni 2021-2023 del MEF risulta chiaro che tra gli obiettivi del prossimo triennio c’è la riforma fiscale, con la riduzione della pressione conservando la progressività. (Money.it)

Ne parlano anche altri media

«Chiediamo – ha concluso – di provvedere alla riscossione coattiva e di mettere mano a metodi più persuasivi, istituendo un ufficio unico delle entrate». Fabio Protasoni (PCP) evidenzia come «a livello nazionale ci sono crediti non esigibili per oltre 20 miliardi di euro – attacca -. (gazzettamatin.com)

Mercoledì 28 Luglio 2021, 21:53 - Ultimo aggiornamento: 22:03. Cartelle esattoriali: un pizzico di carota, ma soprattutto molto bastone. Anche il contenzioso, osserva il governo, «ne risulterebbe semplificato: il contribuente che riceverà una cartella chiamerà in giudizio un soggetto solo» (ilmessaggero.it)

Le risorse che dovrebbero finanziarla verranno prese dai soldi recuperati dall’evasione. Il Ministero dell’Economia e Finanza sta predisponendo la riforma del Fisco, che prevede anche il nuovo patto con i cittadini. (I-Dome.com)

Nel frattempo, dal primo settembre, sono in arrivo milioni di cartelle esattoriali arretrate per i contribuenti italiani. 4 ' di lettura. Cartelle esattoriali, il governo ha deciso di adottare la linea dura contro i morosi cronici, quelli che dopo aver ottenuto la rateizzazione del debito continuano a saltare le rate. (The Wam.net)

Sono questi alcuni elementi che possono trarsi dall'atto di indirizzo predisposto dal ministero dell'economia per la politica fiscale nel triennio 2021-20231. Contrasto che sarà sempre più digitalizzato e orientato alla analisi dei dati che alimentano le banche dati fiscali per cui si punta all'interoperabilità. (Italia Oggi)

L’incrocio dei dati entro il 30 settembre. L’altra data di riferimento per il condono cartelle esattoriali è il 30 settembre 2021. 4 ' di lettura. (The Wam.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr