Male Unicredit, tonfo di Mps: le borse bocciano lo stop alle trattative

L'HuffPost ECONOMIA

Dopo quattro mesi sono saltate le trattative su Monte dei Paschi di Siena avviate dal ministero dell’Economia e Unicredit.

Male Unicredit (-3,59%), tonfo in vista per Mps (-11% teorico): gli investitori hanno accolto con forti vendite lo stop alle trattative fra la banca guidata da Andrea Orcel e il ministero dell’Economia e delle Finanze per una messa in sicurezza del Monte dei Paschi.

Tra i principali presupposti vi erano la neutralità dell’operazione sul capitale del gruppo Unicredit, oltre a un accrescimento significativo dell’utile per azione dopo aver considerato le possibili sinergie nette e in ogni caso il mantenimento dei livelli attuali di utile per azione anche prima di tener conto delle possibili sinergie al 2023

In estate la seconda banca italiana aveva accettato di avviare trattative esclusive per l’acquisto di “alcuni asset selezionati” di Rocca Salimbeni, controllata dal Mef con una quota pari al 64% dopo il bailout del 2017. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altre testate

Briciole per il taglio delle tasse: il confronto con Mps, le cifre che imbarazzano Draghi. Non sono bastati tre mesi di trattative a far trovare la quadra di un'operazione comunque difficile. (Liberoquotidiano.it)

Milano, 25 ott. (LaPresse)

(LaPresse) – Dopo l’ufficializzazione dello stop alle trattative tra Unicredit e ministero del Tesoro della giornata di domenica, il titolo del gruppo Monte dei Paschi di Siena non riesce a fare prezzo in Borsa in avvio delle contrattazioni (LaPresse)

Mps -8%, Unicredit -2%. Condividi. di Fabrizio Patti Apertura in lieve salita per le borse europee, in una settimana in cui ci saranno importanti riunioni delle banche centrali: dalla Bce alla Banca del Giappone. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr