Spionaggio, a Parigi aperta inchiesta sul caso Pegasus

Spionaggio, a Parigi aperta inchiesta sul caso Pegasus
Adnkronos ESTERI

Questa inchiesta, si legge in una nota della procura citata da 'Le Figaro', è stata aperta per una serie di presunti reati che vanno dalla "violazione della privacy" all'"accesso fraudolento" a un sistema informatico fino all'"associazione a delinquere".

La procura di Parigi ha aperto un'inchiesta dopo le accuse di spionaggio a danno di giornalisti francesi per conto del Marocco mosse domenica dal consorzio di media 'Forbidden Stories', secondo cui i telefoni di diversi reporter sarebbero stati infiltrati con lo spyware Pegasus dell'azienda israeliana Nso Group. (Adnkronos)

Su altri media

La Dgsn, Direzione generale della sorveglianza del territorio, cioè i servizi segreti di Rabat, avrebbe messo sotto controllo il telefono di re Mohammed VI e anche quelli dell’entourage del palazzo. A questo dovrebbe seguire una denuncia simile da parte del settimanale Le Canard Enchaîné, in difesa dell’ex collaboratrice Dominique Simmonnot. (Il Fatto Quotidiano)

A sporgere denuncia è stato il sito Mediapart, la celebre piattaforma di investigazione di cui due giornalisti, Edwy Plenel e Lénaig Bredoux, sarebbero stati spiati dai servizi segreti del Marocco. Verifiche anche da parte dell’Ue, mentre gli organi di stampa ungheresi attaccano il governo di Viktor Orban: “Ha fatto spiare 300 persone nel Paese”. (Il Fatto Quotidiano)

Pegasus. La Francia apre un'inchiesta, in Messico spiato anche il presidente Obrador

La Francia apre un'inchiesta, in Messico spiato anche il presidente Obrador Ogni giorno nuove rivelazioni sull'inchiesta di alcune testate sul sistema di spionaggio di giornalisti Pegasus. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr