Evasione fiscale, l’Agenzia delle entrate scommette sull’intelligenza artificiale

Corriere della Sera ECONOMIA

Il finanziamento europeo si aggira sui 900 milioni e servirà a potenziare tre strumenti.

Lo ha detto il direttore della stessa Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, ieri in audizione in Senato.

1) La «network analysis», per scoprire, tra l’altro, le relazioni indirette e nascoste tra società per evadere o eludere le tasse.

3) La «data visualization», cioè l’analisi ottica delle informazioni

L’Unione europea finanzierà il progetto dell’Agenzia delle Entrate per combattere l’evasione fiscale con l’Intelligenza artificiale applicata agli oltre 3 miliardi di dati a sua disposizione ogni anno. (Corriere della Sera)

Su altri media

Euro 242.518.100,00 interamente versato Ufficio del Registro delle Imprese di Roma RAI 2014 - tutti i diritti riservati. Euro 242.518.100,00 interamente versato. Cap. (TGR – Rai)

"Sarebbe una beffa se un eventuale cambio di destinazione di queste somme premiasse gli evasori fiscali anziché rafforzare la lotta all’evasione stessa Il cashback incentivando l’uso della moneta elettronica costituisce uno degli strumenti per contrastare con determinazione questo fenomeno. (SassariNotizie.com)

"Sarebbe una beffa se un eventuale cambio di destinazione di queste somme premiasse gli evasori fiscali anziché rafforzare la lotta all evasione stessa Le risorse destinate al cashback sono un investimento e servono a favorire un forte recupero di risorse economiche". (Il Messaggero)

Tale provvedimento è stato eseguito da oltre 100 militari della Guardia di Finanza, nelle province di Roma, Bologna, Milano, Novara, Nuoro, Teramo, Torino e Viterbo 2' di lettura. 05/03/2021 - Una maxi frode fiscale è stata smascherata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che, nel corso dell’operazione “Sordida Charta”, hanno sequestrato beni mobili e immobili per un valore di oltre 25 milioni di euro. (Vivere Italia)

I finanzieri della compagnia della Guardia di Finanza di Campobasso, all’esito di accertamenti economico-finanziari, hanno scoperto una frode fiscale, con sommerso d’azienda, per 6 milioni di euro. Sotto accertamenti un’azienda che opera nel settore del commercio di autoveicoli. (Molise Network)

Al termine delle attività ispettive, le fiamme gialle genovesi hanno segnalato alla Procura della Repubblica del capoluogo ligure i due soggetti per il reato di omessa presentazione della dichiarazione dei redditi da parte delle due società “esterovestite” che, nel periodo dal 2014 al 2019, hanno sottratto al fisco italiano redditi per circa 21 milioni di euro, omettendo il pagamento delle imposte per oltre 5,5 milioni di euro. (LaVoceDiGenova.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr