Sanchez scatenato: «Mi sentivo un leone in gabbia. Avevo fame di vincere»

Sanchez scatenato: «Mi sentivo un leone in gabbia. Avevo fame di vincere»
Altri dettagli:
leggo.it INTERNO

Simone Inzaghi non tradisce e conquista la Supercoppa Italiana, primo trofeo alla guida dell'Inter.

Sicuramente la rete più importante del cileno da quando indossa la casacca nerazzurra: «Oggi avevo fame, volevo vincere qualcosa.

Il più felice, tuttavia, resta Simone Inzaghi

Conte mi faceva giocare pochi minuti, mi sentivo un leone in gabbia.

Il successo porta la firma di Sanchez, uno dei giocatori che Inzaghi sta rivitalizzando. (leggo.it)

Se ne è parlato anche su altri media

La Juve solo una volta, in occasione del gol. Un momento della gara tra Juve e Inter (Ansa). La ripresa. La ripresa era cominciata con una fiammata della Juve: due volte Bernardeschi, una, a lato da posizione favorevole, e l’altra sopra la traversa dopo una bella azione personale (Tiscali.it)

Non è possibile che uno stadio come il Meazza, abbia un terreno di gioco così malmesso Dopo lo scudetto conquistato a maggio, il club mette in bacheca un altro trofeo grazie anche a uno specialista della Supercoppa, Simone Inzaghi (fcinter1908)

Le parole di Bernardeschi sulla sconfitta. "La Juventus ha sempre fatto così, è il nostro DNA. Ci portiamo tanta consapevolezza da questa partita perché la Juventus ha dimostrato di essere la Juventus, ce la siamo giocata alla pari per 120 minuti contro una squadra forte come l’Inter. (Fantacalcio.it)

Sanchez al 120’, Inter Maravilla di Coppa

Il certificato verde, come sanno tutti coloro che lo hanno ricevuto, arriva in quel caso soltanto 14 giorni dopo. Il polacco, infatti, non ha ancora il green pass: Szczesny ha iniziato solo di recente il ciclo vaccinale, ricevendo la prima dose. (TUTTO mercato WEB)

Lautaro su calcio di rigore risponde all'1-0 di McKennie Decide Sanchez all'ultimo minuto dei supplementari. (Tutto Juve)

Al terzo tentativo i bianconeri passavano: Mc Kennie (25’) di testa infilava Handanovic su cross di Morata. Poi i supplementari: ritmi bassi e due soli brividi: un colpo di testa di Sanchez e una violenta conclusione di Dybala. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr