Libero De Rienzo, la Procura di Roma dispone l’autopsia: “Morte come conseguenza di altro…

Libero De Rienzo, la Procura di Roma dispone l’autopsia: “Morte come conseguenza di altro…
Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

La Procura di Roma indaga sulla morte di Libero De Rienzo, l’attore 44enne trovato giovedì sera senza vita nella sua casa.

Un altro elemento utile per ricostruire le ultime ore di vita di Libero De Rienzo è il suo cellulare: era accanto al corpo e i carabinieri lo stanno analizzando per ricostruire i suoi movimenti e i contatti che ha avuto prima di morire

Potrebbe trattarsi di cocaina, anche se la famiglia afferma che l’attore non faceva da tempo uso di stupefacenti. (Il Fatto Quotidiano)

Su altri giornali

Faceva il fonico, andava sempre in giro con un martello attaccato alla cintura: costruiva anche le quinte. Insieme a me e a Paola Cortellesi ha fatto due spettacoli fra il 1997 e il 2000. (la Repubblica)

Libero De Rienzo, aperta indagine sulla morte dell’attore: trovata polvere bianca. Secondo quanto riportato dall’Ansa, una sostanza bianca in polvere sarebbe stata ritrovata a casa di De Rienzo Libero De Rienzo, aperta indagine sulla morte dell’attore: il motivo. (Virgilio Notizie)

De Rienzo è spirato nonostante il rapido intervento dei soccorritori La presenza di tracce di sostanze stupefacenti servirà anche a confermare o smentire le ipotesi che sono state formulate nelle scorse ore e aiuterà a ricostruire le ultime 48 ore di De Rienzo. (Ticinonline)

Indagini sulla morte di Libero De Rienzo, sequestrati la casa e il cellulare dell'attore

Libero De Rienzo in “Smetto quando voglio”. Articoli correlati La disinvoltura e la duttilità mostrate da De Rienzo gli permettono di aggiudicarsi il David di Donatello come Miglior attore non protagonista. (Tempo Stretto)

La perdita di «Picchio», come lo chiamavano tutti, ha sconvolto non solo i colleghi del mondo del cinema, ma chiunque lo abbia sfiorato anche solo per un istante. Personalmente non lo conoscevo, anche se di recente ha interpretato un ruolo per un film che ho scritto, Fortuna di Nicolangelo Gelormini. (Corriere del Mezzogiorno)

Il procuratore aggiunto Nunzia D’Elia e il pm Francesco Minisci hanno aperto ieri un fascicolo di indagine in cui si ipotizza la «morte come conseguenza di altro reato». (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr