Riaperture, commercianti e ristoratori in piazza. Scontri e fumogeni davanti alla Camera

Riaperture, commercianti e ristoratori in piazza. Scontri e fumogeni davanti alla Camera
la VOCE del TRENTINO INTERNO

Tra le realtà presenti anche quello delle bandiere blu di Italexit – No Europa per l’Italia, il partito fondato dall’ex 5Stelle Gianluigi Paragone.

“Siamo imprenditori, non delinquenti” hanno urlato ai megafoni esercenti ed imprenditori inveendo anche contro il ritardo con il quale verrebbero elargiti i tanto sospirati ristori.

Diverso scontri tra manifestanti e polizia, con tanto di lancio di fumogeni, sono avvenuti oggi (6 aprile) a Roma davanti a Montecitorio a causa della protesta di ristoratori e commercianti scesi in piazza per chiedere a gran voce il diritto alle riaperture. (la VOCE del TRENTINO)

Su altre testate

In precedenza in piazza Montecitorio aveva preso la parola al microfono, tra gli altri, il deputato di Forza Italia Vittorio Sgarbi. Tra loro bandiere blu di Italexit, il movimento del senatore ex M5S Gianluigi Paragone, e un uomo vestito come l’appartenente al movimento Q-Anon che fece irruzione al Congresso Usa a Washington. (ZMedia)

Sono 7 al momento i manifestanti fermati dopo i disordini durante il sit in che si è svolto davanti alla Camera. È la lettura che arriva da fonti investigative che in queste ore stanno ricostruendo quanto avvenuto in piazza Montecitorio. (Gazzetta del Sud)

Una carica di alleggerimento laterale provvede ai primi due fermi di polizia, ammanettati a terra alla sbrigativa Un vento che strappa quasi le bandiere tricolori che una dopo l’altra si sono aggiunte davanti a Montecitorio. (Il Riformista)

Scontri con polizia a manifestazione dei ristoratori davanti alla Camera: in molti senza mascherina

Dopo i tafferugli alcune persone sono state fermate e portate via dalla polizia Tra le sigle, Associazione partita via, Mio Italia, Partite iva nazionali (Pin), Lo sport è salute, Associazione Fieristi Italiana (Afi). (Corriere della Sera)

In molti, tra i partecipanti alla manifestazione, non indossano la mascherina. Vogliamo lavorare e uscire di casa, vogliamo stare in pace, non vogliamo essere schiacciati da falsità. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr