Coronavirus, cala ancora l'incidenza: il Piemonte aspetta la zona bianca

Coronavirus, cala ancora l'incidenza: il Piemonte aspetta la zona bianca
NovaraToday INTERNO

Dal colloquio che ho avuto con il ministro della Salute Roberto Speranza, tutto lascia intendere che la promozione del Piemonte in zona bianca sia sostanzialmente scontata, con decorrenza dalla mezzanotte di domenica, insieme alla decadenza del coprifuoco.

Secondo quanto dichiarato dall'assessore regionale alla Sanità Icardi, il numero settimanale di nuovi casi positivi è di 22,9 ogni 100mila abitanti: "La promozione del Piemonte in zona bianca è scontata". (NovaraToday)

Ne parlano anche altri media

E sono 3 i decessi di persone risultate positive al virus. Sono 137 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 comunicati dall'Unità di crisi della Regione Piemonte, oggi mercoledì 9 giugno. (Corriere della Sera)

Il bollettino dell'11 giugno. Sono 126 (di cui 66, il 52,4%, asintomatici) i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari allo 0,6% dei 22.618 tamponi eseguiti, di cui 16.472 antigenici. (NovaraToday)

Nessun morto di Coronavirus da ieri in Regione. Sono 137 i nuovi contagi da Coronavirus in Piemonte secondo il bollettino di oggi, 10 giugno. (Adnkronos)

Covid oggi Piemonte, 137 nuovi contagi. A Torino 93 nuovi casi

I dati dell'ultimo report epidemiologico, infatti, indicano che il numero dei contagi è in riduzione in tutte le province piemontesi, con un tasso di incidenza regionale di 22,9 casi ogni 100 mila abitanti. (La Stampa)

I valori sono da soglia bianca in tutte le province del Piemonte”. Così l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, commenta i dati del report epidemiologico settimanale dell’Istituto superiore di Sanità, aggiornato a ieri, in vista del pronunciamento ufficiale sul passaggio in fascia bianca atteso per venerdì 11 giugno. (TorinoToday)

Condividi. TORINO – Da lunedì 14 giugno anche il Piemonte entrerà in zona bianca: i dati del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, confermerebbero il passaggio nella zona a meno restrizioni per Piemonte, Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Provincia autonoma di Trento e Puglia. (ValsusaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr