Bankitalia: il Pil accelera in estate, +5,1% nel 2021

Rai News ECONOMIA

L'economia sta conoscendo un'accelerazione estiva che porterà nell'anno il Pil a salire del 5,1%.

Il tasso didisoccupazione, in aumento nel 2021 (al 10,5%), si ridurrebbe inseguito, collocandosi al 9,9% nel 2023

La ripresa Bankitalia: il Pil accelera in estate, +5,1% nel 2021 Con misure e Pnrr.

Assunzioni compenseranno sblocco licenziamenti. Condividi. La ripresa prende sempre più forza in Italia. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altre testate

«Tali proiezioni- è il caveat della banca centrale - dipendono dalle ipotesi che si consolidi il miglioramento sanitario nazionale e globale, che prosegua il deciso sostegno della politica di bilancio» e favorevoli condizioni monetarie e finanziarie Secondo il Bollettino economico diffuso oggi, il prodotto interno vedrà un rialzo del 5,1% contro il +4,9-5% previsto a giugno e la crescita attorno al 5% stimata dal governatore Visco due settimane fa. (Corriere della Sera)

Il recupero dei consumi sarebbe più graduale; l’ inflazione nel prossimo biennio rimarrebbe contenuta, attorno all’1,3 per cento” “In questo scenario – ha precisato la Banca d’Italia – alla fine del triennio il rapporto tra investimenti e PIL si riporterebbe sui livelli prevalenti prima della crisi globale del 2008-09; il peso sul prodotto della componente pubblica tornerebbe, dopo un decennio, in linea con la media europea. (QuiFinanza)

Elementi di incertezza rispetto alle proiezioni di crescita sono legati all’evoluzione della pandemia, alle modalità di attuazione dei progetti connessi al PNRR nonché alla risposta dei consumi Bankitalia vede l’economia italiana premere sull’acceleratore e supoerare il tasso del 5 per cento di crescita grazie a una seconda parte dell’anno in forte rialzo. (Finanzaonline.com)

Nel biennio successivo la banca centrale prevede un incremento dell'attività al ritmo del 4,4% nel 2022 e del 2,3% nel 2023. L'economia italiana dovrebbe accelerare "in misura significativa a partire dal terzo trimestre" per tornare a livelli "pre pandemia" nella "seconda meta' del 2022". (Sky Tg24 )

Imprese e famiglie. L'attività industriale ha "continuato a crescere nel secondo trimestre, riportandosi sui livelli pre-pandemici", spiega il Bollettino Economico. Negli ultimi mesi, però, ci sono "segnali di miglioramento", soprattutto "per la marcata crescita della componente a tempo determinato". (AGI - Agenzia Italia)

Il recupero "resterebbe elevato nel biennio successivo (con una stima puntuale del 4,4 nel 2022 e del 2,3 nel 2023). A giugno le indicazioni di Bankitalia erano per una crescita del +4,9-5% e il governatore Visco si era posizionato attorno al 5% due settimane fa. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr