Morte di un 55enne di Lauria al San Carlo: la procura sequestra la salma

Morte di un 55enne di Lauria al San Carlo: la procura sequestra la salma
ivl24 INTERNO

La procura ha disposto il sequestro della salma dopo la denucia dei familiari, secondo cui l’uomo non sarebbe morto per l’infezione da coronavirus ma per un presunto caso si malasanità.

Dopo un intervento chirurgico era risultato positivo a un tampone di controllo ed è stato così trasferito nel reparto Covid del nosocomio potentino.

L’uomo era stato ricoverato a seguito di un incidente stradale nel quale era rimasto ferito lo scorso 11 febbraio. (ivl24)

Ne parlano anche altre fonti

Sono 122 i nuovi contagi da coronavirus in Basilicata secondo il bollettino con la tabella dei dati di oggi, 4 aprile. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 286.672 tamponi molecolari, di cui 264.132 sono risultati negativi, e sono state testate 170. (Adnkronos)

Intervento dei vigili del fuoco a Potenza, in Corso Garibaldi, per rimuovere alcuni pezzi di cornicione pericolanti, che avrebbero potuto mettere a repentaglio la salute e l'incolumità dei cittadini. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Otto persone sono state denunciate dai carabinieri del Comando provinciale di Potenza per aver truffato alcuni cittadini lucani attraverso la rete internet. L’autore, un 31ene, era riuscito ad impossessarsi delle credenziali bancarie e trasferendo così la somma sul proprio contro. (Basilicata24)

Giallo sulla morte di un 55enne al San Carlo: la Procura sequestra la salma

Nella sede della Boutique del cuore, in via Sabbioneta a Potenza, 180 famiglie in difficoltà hanno ritirato il pranzo preparato dai volontari dell'associazione e dal personale del ristorante La grotta dell'eremita di Castelmezzano. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.773 (+38), di cui 4.588 in isolamento domiciliare. Sono 14.293 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 438 quelle decedute. (Basilicata24)

Dopo un intervento chirurgico era risultato positivo a un tampone di controllo ed è stato così trasferito nel reparto Covid del nosocomio potentino. La procura ha disposto il sequestro della salma dopo la denucia dei familiari, secondo cui l’uomo non sarebbe morto per l’infezione da coronavirus ma per un presunto caso si malasanità. (Ufficio Stampa Basilicata)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr