Interpol, l'inquietante curriculum del nuovo presidente

Wired.it ESTERI

Il Gulf Centre for Human Rights ha presentato invece una denuncia in Francia proprio contro il nuovo presidente dell’Interpol, accusandolo di “atti di tortura e barbarie” nel caso Mansoor.

Ma al di là di questi singoli casi su cui vi sono denunce concrete, la situazione per i diritti umani nel paese appare critica nel suo complesso.

Un sistema tenuto in piedi e rafforzato giorno dopo giorno dalle autorità, dove ai posti più alti siede proprio l’ispettore generale del ministero degli Interni Ahmed Nasser al-Raisi. (Wired.it)

La notizia riportata su altri giornali

La nuova nomina lo rende il primo candidato mediorientale ad essere eletto presidente dalla fondazione dell’organizzazione internazionale per la lotta alla criminalità negli anni ’20. pic.twitter.com/pJVGfJ4iqi — INTERPOL (@INTERPOL_HQ). (EOS Sistemi avanzati scrl)

Accusato di essere un torturatore, Al-Raisi ha già collezionato denunce in cinque Paesi: anche in Francia, dove si trova il quartier generale dell’Interpol (a Lione) e in Turchia (dove si è svolta l’elezione). (RTL 102.5)

Secondo quanto evidenziato da diversi analisti concordanti, la carica di presidente dell’Interpol sarebbe per lo più simbolica, mentre la gestione quotidiana dell’ente è affidata d fatto al segretario generale. (La Rampa)

A seguito dei discorsi, Mehmet Aktas ha consegnato la bandiera dell'Interpol, Subodh Jaiswal, direttore dell'Ufficio centrale d’indagini dell'India, dove si terrà la prossima assemblea generale (TRT)

Il neo- presidente inoltre è stato già ispettore generale del ministero degli interni degli Emirati Arabi Uniti, denunciato per tortura in 5 Paesi, tra cui la Francia e la Turchia. (Antimafia Duemila)

Il passaggio di consegne tra l’attuale presidente regionale, la dottoressa Mariantonietta Marzilli, dirigente medico di Medicina interna al Santissima Trinità di Cagliari, è avvenuto nei giorni scorsi a Cagliari in occasione del XIX congresso regionale dei Medici di medicina interna organizzato in collaborazione con Animo, l’Associazione nazionale infermieri di medicina interna. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr