Covid, i positivi asintomatici fuori dal conteggio dei ricoveri. La svolta del ministero della Salute

Covid, i positivi asintomatici fuori dal conteggio dei ricoveri. La svolta del ministero della Salute
Gazzetta del Sud INTERNO

Pertanto, la definizione di caso usata in sorveglianza non riveste alcun ruolo nel definire le misure di auto-sorveglianza e quarantena

La definizione di caso utilizzata per la sorveglianza epidemiologica nazionale, spiega, «non comprende i contatti dei casi confermati e la stessa sorveglianza non ne monitora l’andamento nel tempo.

La definizione di caso utilizzata nella sorveglianza epidemiologica, tuttavia, non definisce le misure di auto-sorveglianza e quarantena, precisa l’Iss. (Gazzetta del Sud)

La notizia riportata su altri giornali

La distinzione, hanno spiegato dalla Regione, ha un solo obiettivo: "dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid". C'è anche da dire che in questi giorni la Lombardia ha quasi raggiunto i dati da zona arancione. (MilanoToday.it)

Lo ha detto il Presidente della Regione Giovanni Toti, in relazione alla possibilità che, nei prossimi giorni potesse cambiare il modo del conteggio dei positivi. “Noi andremo avanti – termina Toti - con la nostra proposta per cambiare il conteggio dei dati, che speriamo possa presto diventare realtà senza ulteriori indugi”. (SanremoNews.it)

"Questo - prosegue la Nota - è finalizzato a dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid. Per ora, non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni in tal senso dal Ministero come da nostra richiesta, il flusso trasferito sarà ancora 'unico', privo quindi della distinzione sopra specificata" (LeccoToday)

Compromesso con le Regioni: gli asintomatici negli ospedali non calcolati come ricoveri Covid

«I positivi asintomatici fuori dal conto dei ricoveri»: “Quotidiano Sanità” e Adnkronos Salute hanno dato stamane in anteprima la notizia della nuova circolare del Ministero della Salute inviata a tutti gli assessori regionali alla Sanità con le indicazioni sul nuovo metodo di calcolo del bollettino Covid. (Il Sussidiario.net)

La riconversione dei reparti, “a qualsiasi titolo avvenga”, determina – denuncia il sindacato – “evidenti limitazioni per il ricovero delle patologie ‘ordinarie’. In sostanza, spiega ancora il sindacato dei medici, “si sta mettendo a rischio la sanità pubblica di oggi e quella di domani” (Il Fatto Quotidiano)

pazienti Covid ricoverati per cause diverse”. La Regione resterà in zona gialla dopo aver incrementato, in appena 24 ore, di 970 unità i posti letto di area medica. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr