Draghi a Erdogan: "Dittatore". La Turchia convoca l'ambasciatore

Draghi a Erdogan: Dittatore. La Turchia convoca l'ambasciatore
Più informazioni:
ilGiornale.it INTERNO

Dopo le accuse dei parlamentari, ora è il turno del premier Mario Draghi, che risponde così a una domanda in conferenza stampa su quanto accaduto in Turchia con protagonisti Ursula von der Leyen, Charles Michel e Recep Tayyip Erdogan: " Non condivido assolutamente il comportamento di Erdogan nei confronti della presidente Von der Leyen, credo non sia stato appropriato.

E di certo Draghi non è un presidente del Consiglio che solitamente si inerpica in frasi roboanti o in pura propaganda

Draghi entra a gamba tesa nel dibattito sul "sofa-gate" di Ankara e lo fa con parole molto dure nei confronti del presidente turco. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altre testate

Così Ibrahim Kalin, portavoce del presidente turco, in un post su twitter Ci aspettiamo che vengano corrette immediatamente”. (LaPresse)

Nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio, Mario Draghi è intervenuto sul cosiddetto sofa-gate, ossia la sedia negata alla responsabile della Commissione europea Ursula Von der Leyen durante il vertice ad Ankara con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel. (Il Fatto Quotidiano)

Ad accompagnare Michel al tavolo c'erano poi due consiglieri diplomatici, mentre von der Leyen era stata lasciata sola. E in serata la Turchia ha convocato l'ambasciatore italiano ad Ankara, Massimo Gaiani, dopo le dichiarazioni del premier Mario Draghi (Gazzetta del Sud)

Turchia, Di Maio: Sedia von der Leyen? Prima di protocollo è minimo galanteria

“Con questi chiamiamoli dittatori bisogna essere franchi nell’espressione della visione della società ma pronti a cooperare per gli interessi del Paese. Sulle sue parole in Libia: “Sono consapevole di essere stato criticato, ma l’Italia è l’unico ad avere corridoi umanitari con la Libia (L'HuffPost)

Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a ‘Dritto e Rovescio’ su Rete4 commentando la vicenda della sedia non offerta alla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen da parte del presidente turco Recep Tayyip Erdogan nel corso del vertice ad Ankara a cui ha partecipato anche il presidente del Consiglio Ue Charles Michel Milano, 8 apr. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr