POS, prime multe da oggi: chi è soggetto all'obbligo, cosa si rischia e sgravi

HDblog INTERNO

Di certo, immaginiamo, in caso di connessione del POS alla rete mancante per ragioni non imputabili al professionista o di malfunzionamenti tecnici

Ad esempio, su un pagamento di 100 euro la sanzione sarebbe di 34 euro, su uno da 1.000 euro salirebbe a 70 euro, e così via.

COSA SI RISCHIA. Da oggi, chiunque rifiutasse un pagamento elettronico è soggetto a una sanzione pari a:. 30 euro [parte fissa] + 4% del valore della transazione elettronica negata [parte variabile]. (HDblog)

Ne parlano anche altre fonti

L’edizione del 2022 è stata presentata dal vescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice e dal sindaco Roberto Lagalla. . “Canto contro la peste”. (Sardegna Reporter)

Il decreto ha anticipato di sei mesi l'entrata in vigore delle multe (più volte previste ma sempre rimandate). Scattano infatti le nuove regole previste dall'ultimo decreto Pnrr, che per negozianti, artigiani e studi professionali prevedono non più solo l'obbligo di accettare i pagamenti con carta, ma anche l'applicazione di sanzioni in caso di mancato adeguamento alla normativa. (l'Adige)

L’elenco delle categorie a rischio è lunga e non gode neanche della possibilità di un pagamento ridotto entro i 60 giorni. Alcuni sostengono che la norma si riferisca a problemi di connettività temporanea e non anche a guasti tecnici dell’apparecchio. (Avvenire)

Infatti, affinché l’utilizzo del Pos sia utile per combattere l’evasione, è necessario che i pagamenti tramite Pos siano comunicati all’agenzia delle entrate. Il meccanismo di implementazione della sanzione prevede la segnalazione/denuncia dell’esercente da parte dell’utente in caso di rifiuto di pagamento tramite Pos. (Lavoce.info)

Per essere in regola con la nuova norma, esercenti e professionisti potrebbero limitarsi ad accettare anche un unico circuito e una sola tipologia di carta di debito (per esempio il bancomat) e una sola di credito, restringendo così il diritto degli utenti a pagare con Pos Ad esempio, spiega il Codacons, in caso di rifiuto di un pagamento di 100 euro tramite il Pos, il commerciante andrebbe incontro a una sanzione da 34 euro (30 euro di ammenda fissa e 4 euro per quella variabile). (Adnkronos)

Tutti i comuni Altivole Arcade Asolo Borso del Grappa Breda di Piave Caerano San Marco Cappella Maggiore Carbonera Casale sul Sile Casier Castelcucco Castelfranco Veneto Castello di Godego Cavaso del Tomba Cessalto Chiarano Cimadolmo Cison di Valmarino Codognè Colle Umberto Conegliano Cordignano Cornuda Crespano del Grappa Crocetta del Montello Farra di Soligo Follina Fontanelle Fonte Fregona Gaiarine Giavera del Montello Godega di Sant'Urbano Gorgo al Monticano Istrana Loria Mansuè Mareno di Piave Maser Maserada sul Piave Meduna di Livenza Miane Mogliano Veneto Monastier di Treviso Monfumo Montebelluna Morgano Moriago della Battaglia Motta di Livenza Nervesa della Battaglia Oderzo Ormelle Orsago Paderno del Grappa Paese Pederobba Pieve di Soligo Ponte di Piave Ponzano Veneto Portobuffolè Possagno Povegliano Preganziol Quinto di Treviso Refrontolo Resana Revine Lago Riese Pio X Roncade Salgareda San Biagio di Callalta San Fior San Pietro di Feletto San Polo di Piave San Vendemiano San Zenone degli Ezzelini Santa Lucia di Piave Sarmede Segusino Sernaglia della Battaglia Silea Spresiano Susegana Tarzo Trevignano Treviso Valdobbiadene Vazzola Vedelago Vidor Villorba Vittorio Veneto Volpago del Montello Zenson di Piave Zero Branco (La Tribuna di Treviso)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr