Ultimatum a 850 sanitari no vax. In partenza le lettere che annunciano la sospensione

Ultimatum a 850 sanitari no vax. In partenza le lettere che annunciano la sospensione
Gazzetta di Parma INTERNO

A meno che nel frattempo il lavoratore sospeso non esibisca la documentazione che attesta l'avvenuta vaccinazione

A tutti loro l’Azienda Usl sta inviando lettere di accertamento, dopo 37 spedizioni già effettuate finora: in tutto 850 «irregolari».

Restano ora 813 operatori che non hanno mai risposto agli inviti e che non hanno neppure presentato documentazione clinica per ottenere l’esonero dalla vaccinazione. (Gazzetta di Parma)

Su altre testate

I rappresentanti delle oltre 70 associazioni di volontariato che hanno preso parte alla campagna vaccinale, ieri al Maggiore, hanno ricevuto una targa su cui è scritto ‘Seminare salute’. La cerimonia è stata promossa da associazione Andromeda e Volabo, in collaborazione con la Conferenza territoriale socio sanitaria di Bologna (il Resto del Carlino)

Bologna, 9 settembre 2021 - Sono ad oggi 67 gli operatori sanitari, del settore pubblico e privato, che a Bologna sono stati sospesi perchè non vaccinati. Ma nel complesso sono oltre 1.600 gli operatori sanitari che ancora non si sono vaccinati, su una platea di circa 40.000 lavoratori. (il Resto del Carlino)

A Bologna fuori 67 (anche medici) di Eleonora Capelli. Partono i provvedimenti per il personale sanitario, sono 1600 gli operatori ancora non vaccinati solo nel capoluogo (La Repubblica)

Sanitari no vax, ora fioccano le sospensioni: i dati e le reazioni

Funziona così" di Gabriella de Matteis. Franco Polemio si occupa di sicurezza dei lavoratori e deve affontare le paure (e i pregiudizi) di chi non si è sottoposto alla somministrazione dell'antidoto contro il Covid. (La Repubblica)

1.628 operatori non vaccinati a Bologna. Di conseguenza risultano sospesi 67 sanitari, di cui sette nel privato. Ad oggi hanno ricevuto l'avviso di accertamento 95 persone: 61 sono dipendenti Ausl, 27 del Policlinico Sant'Orsola e 7 del settore privato. (BolognaToday)

A tracciare con puntualità il quadro dei sanitari sospesi a Bologna (Imola esclusa) è il direttore del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl Paolo Pandolfi. Tra loro due medici di base (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr