Berlusconi al Quirinale: il freno dei fedelissimi e la trattativa tra Lega e Pd

Berlusconi al Quirinale: il freno dei fedelissimi e la trattativa tra Lega e Pd
ilmattino.it INTERNO

E Matteo Salvini, per non arrivare all’appuntamento nel ruolo di guastafeste-traditore, ieri si è portato avanti con il lavoro: «Il centrodestra è compatto e convinto nel sostegno a Berlusconi, non si accettano veti ideologici da parte della sinistra».

Parole in stridente contrasto.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Oggi a Villa Grande, davanti ai leader del centrodestra riuniti in conclave, Silvio Berlusconi farà un altro passo sulla strada della sua candidatura al Quirinale. (ilmattino.it)

Ne parlano anche altre testate

E intanto Rosy Bindi propone: "L'uscita dall'Aula per fare l'unica conta vera, quella che avrebbe importanza per far capire chi davvero non vuole Silvio Berlusconi. Poi conferma che Berlusconi è convinto di farcela: "Dice che ha cento voti in più rispetto al centrodestra". (Fanpage.it)

Nonostante la sinistra lo reputi un profilo divisivo, in realtà Berlusconi gode della stima delle anime europeiste in Parlamento Il leader della Lega in una nota ha fatto sapere che l'intero centrodestra è " compatto e convinto nel sostegno a Berlusconi ", e contestualmente ha lanciato una stoccata agli avversari: " Non si accettano veti ideologici da parte della sinistra. (ilGiornale.it)

«Al momento non ci sono altri nomi» (rispetto a Silvio Berlusconi, ndr) Così il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, in conferenza stampa a Montecitorio con Matteo Salvini. (Corriere della Calabria)

Vignetta: Il Cavaliere Silvio Berlusconi nuovo presidente della Repubblica…? Il manifesto di Forza Italia elenca i meriti fra cui “eroe della libertà”

Noi vogliamo essere decisivi qualitativamente, vogliamo contribuire ad avere un presidente della statura di Sergio Mattarella” (LaPresse)

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini. 13 gennaio 2022 a. a. a. ROMA (ITALPRESS) – “Centrodestra compatto e convinto nel sostegno a Berlusconi, non si accettano veti ideologici da parte della sinistra. (LiberoQuotidiano.it)

E intanto Rosy Bindi propone: “L’uscita dall’Aula per fare l’unica conta vera, quella che avrebbe importanza per far capire chi davvero non vuole Silvio Berlusconi. Io trovo singolare anche solo che si sia pensato seriamente che Berlusconi possa diventare Presidente della Repubblica” (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr