Oltre 150 milioni di contagi covid nel mondo

Yahoo Notizie SALUTE

Complessivamente, l’efficacia del vaccino è stata simile nei diversi gruppi analizzati in base a età, presenza di comorbidità, sesso ed etnia

Nei partecipanti che hanno avuto la seconda dose dopo 12 settimane dalla prima, l’efficacia dopo 14 giorni dalla seconda dose è stata dell’82,4%.

"Lo scopo degli studi registrativi era di valutare l’efficacia dei vaccini nel proteggere dalla malattia COVID-19. (Yahoo Notizie)

Ne parlano anche altre fonti

Leggi su notizie.tiscali (Di giovedì 29 aprile 2021) I casi dinelsi avvicinano a grandi passiquota 150, secondo i dati della Johns Hopkins University. .I casi dinel mondo si avvicinano a grandi passiquota 150 milioni, secondo i dati della Johns Hopkins University (Zazoom Blog)

Sono 330.075 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Gli attualmente positivi sono invece 438.709 (-4.062 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 3.449.955 (+18.088). (AbruzzoLive)

Uno sguardo a Roma. L’ultimo aggiornamento della mappa del Seresmi rivela anche che i romani contagiati da inizio pandemia fino a giovedì 29 aprile sono 158.533 Per quanto riguarda i valori assoluti, la mappa del Covid curata dal Seresmi rivela che nel Municipio XV il totale dei casi da inizio pandemia a giovedì 29 aprile è pari a 8991. (Vigna Clara Blog)

In calo ricoveri e terapie intensive. di Redazione Online/Simone Costa. Torna a risalire il numero dei contagi da coronavirus in Italia. Secondo il bollettino odierno del ministero della salute, sono 13.385 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore. (TG La7)

Sono 1.061 i nuovi contagi da coronavirus in Sicilia, secondo la tabella del bollettino di oggi, 29 aprile. Registrati inoltre altri 23 morti, che portano il totale dei decessi a 5.391 da inizio pandemia. (GameGurus)

E’ quanto rivela la nuova indagine rapida condotta dall’Istituto superiore di Sanità e Ministero della Salute Al 15 aprile scorso la prevalenza della variante inglese del virus Sars-CoV-2 era dunque del 91,6%, in crescita rispetto all’86,7% del 18 marzo, con valori oscillanti tra le singole regioni tra il 77,8% e il 100%. (ZON.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr