CINA. Possibile fuga radioattiva in una centrale nucleare

3bmeteo ESTERI

La CNN, prima agenzia ad aver dato la notizia, ha parlato di una possibile fuga radioattiva nella centrale, al cui interno sono contenuti due reattori EPR con tecnologia francese.

La Framatome tiene a precisare che 'la presenza di gas nobili all'interno del circuito primario (come argon, elio, krypton e neon) è un fenomeno noto, studiato e previsto dalle procedure di gestione dei reattori'.

Le autorità cinesi sostengono che sarebbero stati rilevati limiti contenuti di radiazioni all'esterno del sito per evitare di sospendere l'attività della centrale

Si tratterebbe di un aumento della concentrazione di alcuni gas nobili nel circuito primario del reattore numero 1, al cui interno è contenuta acqua sotto pressione che si scalda nella vasca del reattore a contatto di elementi combustibili. (3bmeteo)

Su altre fonti

“Da quando è stata messa in funzione commerciale, la centrale nucleare di Taishan ha controllato rigorosamente il funzionamento delle unità in conformità con i documenti di licenza operativa e le procedure tecniche. (InsideOver)

L'amministrazione nazionale per la sicurezza nucleare cinese, che inizialmente lo aveva negato ha ammesso che si è verificata "una piccola quantità di danni" alle barre di combustibile nell'unità 1 dell'impianto. (TG La7)

Ci sono solo due modi per ottenere questa deroga, la prima delle quali è una “minaccia radiologica imminente“. Uno dei reattori nucleari europei ad acqua pressurizzata (Epr) della centrale di Taishan, nel sud della Cina, ha fatto registrare “un aumento della concentrazione di alcuni gas nobili nel circuito primario”. (Il Fatto Quotidiano)

Le autorità hanno fatto sapere che si tratta di "un fenomeno comune" e che "non vi è alcun problema riguardante la dispersione della radioattività nell'ambiente". esteri. 'Si è verificata una piccola quantità di danni alle barre di combustibile' ammette Pechino riguardo all'incidente. (TG La7)

Exclusive: US assessing reported leak at Chinese nuclear power facility; the Biden administration believes the facility is not yet at a “crisis level,” one of the sources said. È un autentico giallo internazionale quello che sta andando ‘in scena’ a Taishan, nella provincia meridionale del Guangdong in Cina, dove in una centrale nucleare vi sarebbe il rischio di una “imminente minaccia di fuga radioattiva”. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr