Toscana nel gelo, i produttori di Brunello bruciano paglia per scaldare le vigne

Toscana nel gelo, i produttori di Brunello bruciano paglia per scaldare le vigne
LA NAZIONE INTERNO

Inoltre la paglia brucia lentamente e abbiamo deciso di bagnarla sopra in modo da produrre più fumo con un fuoco più lento

Montalcino (Siena), 8 aprile 2021 - La primavera non è ancora definitivamente sbocciata e negli ultimi giorni il gelo ha abbracciato buona parte dell'Italia.

Molti vignaioli di Montalcino sono passati all'azione con un piano comune: riscaldare l'aria bruciando grandi rotoli di paglia posizionati nei vigneti. (LA NAZIONE)

La notizia riportata su altri giornali

La scorsa notte, infatti, alcuni produttori di uno dei brand più famosi e rinomati, il Brunello di Montalcino, sono stati costretti ad appiccare il fuoco a rotoli di paglia per riscaldare le viti durante la gelida notte. (il Giornale)

Sempre lungo la costa Toscana a Capalbio, per la prima volta, c’è stato fuoco riscaldante nelle vigne di Monteverro. shadow. Mentre la Borgogna, la Cote de Beaune, è un tappeto illuminato anche la Toscana rilancia nella zona di Montalcino e non solo. (Corriere Fiorentino)

Nel complesso, il primo trimestre 2021 ha chiuso con un incremento del 37% sul 2020 - sottolinea il Consorzio del Brunello di Montalcino - ed a +23% sulla media degli ultimi 10 anni. (WineNews)

Gianni Morandi, un calice di Brunello per ripartire dopo il ricovero

At the top, the only wine with 100/100, is Bruno Giacosa’s Barbaresco Riserva Asili 2016, followed on the podium by Giacomo Conterno’s Barolo Riserva Monfortino 2016 and Le Ragnaie’s Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2015. (WineNews)

“Ciacci Piccolomini d’Aragona è una di punta a Montalcino - ha scritto Monica Larner di Wine Advocate - e il vigneto Pianorosso è noto per la sua consistenza e la grazia costante delle sue prestazioni” Il vino si chiama Pianrosso, dell’annata 2016, la penultima in commercio. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr