Veneto, via alle sospensioni per i sanitari no vax. Venezia: tampone ogni 48 ore per gli insostituibili

Veneto, via alle sospensioni per i sanitari no vax. Venezia: tampone ogni 48 ore per gli insostituibili
Corriere della Sera INTERNO

«Non sarà facile trovare soluzioni per non interrompere i servizi — ammette il direttore generale Maria Grazia Carraro — ci stiamo lavorando.

A Padova la difficile riorganizzazione In ansia Paolo Fortuna, dg dell’Usl Euganea, che conta 4.428 sanitari no vax: «Se non emergeranno comprovate valide motivazioni, scatterà la sospensione

La commissione istituita per vagliare le posizioni dei dipendenti sta verificando di nuovo ogni singolo caso. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri media

I provvedimenti di sospensione dal lavoro finora decisi riguardano solo 9 sanitari, e sono quelli per cui erano scaduti definitivamente i termini per potersi mettere in regola. L’atto della sospensione dal lavoro è venuto di conseguenza". (il Resto del Carlino)

Tutti i dati sul contagio da Covid-19 e sulla campagna vaccinale, aggiornati al 19 luglio. Alle 8 di lunedì 19 luglio sono 238 i nuovi contagi da Covid-19 in Veneto (46 nel Vicentino), 7.083 gli isolati. (VicenzaToday)

A casa senza stipendio fino a capodanno. Alla Ulss Veneto Orientale dopo gli annunci nei giorni scorsi, per il momento gli 80 no vax non sono ancora stati sospesi, mentre nella Marca Trevigiana i solleciti partiranno settimana prossima. (Prima Verona)

La Regione Veneto coordina tutte le Ulss, da lunedì 26 le sanzioni ai sanitari no vax

Spedite le prime lettere di sospensione per i sanitari che rifiutano il vaccino. Piuttosto è l’estrema ratio a cui auspico di non dover giungere , le parole del direttore generale dell’Usl Veneto orientale, Mauro Filippi. (Nurse24)

Forte dei suoi quasi 23 mila iscritti, Ca’Foscari accede alla categoria dei “grandi atenei”. Come per Ca’ Foscari, il punto di forza è l’internazionalizzazione, che, grazie ai 110 punti guadagnati, vede lo Iuav primeggiare in Italia (La Nuova Venezia)

Si registrava la relativa accelerata di Treviso (3.695 sanitari non vaccinati) e Belluno (874 “no vax”), pronte a inviare le prime lettere di sospensione nei prossimi giorni. Particolarmente delicata la questione padovana, dove il totale dei “no vax” ammonta a 4.428. (Il Mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr