Con una nuova maggioranza si apre la crisi: così Draghi stoppa il blitz di Conte

Con una nuova maggioranza si apre la crisi: così Draghi stoppa il blitz di Conte
Più informazioni:
ilGiornale.it INTERNO

Draghi ha assistito a quello che è nei fatti il funerale del M5s senza battere ciglio

Cedere sul punto, significherebbe di fatto farsi «commissariare», con il rischio di dover passare dal Parlamento per qualunque tipo di intervento.

Insomma, se dovesse cambiare la maggioranza, pur non essendoci problemi di numeri, si aprirebbe comunque la strada alla crisi.

Dopo la giornata di lunedì, dunque, anche la mattinata di ieri è piuttosto faticosa per Federico D'Incà e Vincenzo Amendola. (ilGiornale.it)

Ne parlano anche altre fonti

"Ho letto le agenzie del discorso di Di Maio, non ho capito quale sia il suo progetto politico. "Lascerei che Di Maio si interroghi con la propria coscienza e decida, io non chiederò le sue dimissioni". (L'HuffPost)

Hanno provveduto gli altri interventi – pesantissimo quello dell’ex 5 Stelle Gregorio De Falco e delle capogruppo azzurra Bernini (“noi siamo i pacifisti del fare”) – a smontare le fragili certezze della capogruppo. (Il Riformista)

Governo, Conte “Il sostegno a Draghi non è in discussione”

Ieri siamo stati messi molto in difficoltà ma come vedete il nostro appoggio a questo Governo non è stato in discussione". Lo afferma il leader del M5S, Giuseppe Conte, nel corso di un punto stampa. (Tiscali Notizie)

Su questo, io che ho fatto due volte il presidente del Consiglio non posso accettare nessuna lezione Anche ieri con le nostre istanze, che chiedevano un coinvolgimento del Parlamento, siamo stati messi molto in difficoltà, ma il nostro appoggio non è venuto meno”. (Corriere dell'Umbria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr