Vaccini in Piemonte, all’appello mancano i 60enni: la Regione li cercherà così

Corriere della Sera INTERNO

Il fine settimana del 18 giugno, invece, sarà totalmente dedicato ai giovani dai 18 ai 29 anni (le prenotazioni si apriranno il 14 giugno).

Sebbene il lunedì sia destinato solo alla prenotazione degli over 60, infatti, alle 18 erano solo 395 le persone che si erano iscritte.

La prova arriva anche dal basso numero di adesioni per la vaccinazione last minute del prossimo fine settimana al Valentino. (Corriere della Sera)

Su altre fonti

L'Unità di crisi regionale ha anche registrato tre decessi, nessuno dei quali nella giornata odierna, e 287 guariti. Le persone in isolamento domiciliare scendono sotto quota 3mila (2.977), gli attualmente positivi sono 3.445. (La Repubblica)

Sempre nello stesso weekend, dalle 21,30 alle 3,30 presso l’hub di Reale Mutua a Torino si svolgerla seconda Open night dedicata alla fascia 18-28 anni. Vaccini: per i più giovani si comincia a fare sul serio. (La Stampa)

I ricoverati in terapia intensiva sono 55 (-9 rispetto a ieri). I casi sono così ripartiti: 18 screening, 58 contatti di caso, 20 con indagine in corso; per ambito: 4 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 9 scolastico, 83 popolazione generale. (La Stampa)

Vaccini in Piemonte, oltre il 15% degli over 60 non ha aderito: la Regione avvia l'operazione 'recupero'

I tamponi diagnostici finora processati sono 5.076.230(+14.501 rispetto a ieri), di cui 1.670.907 risultati negativi. Le persone risultate positive sono pari allo 0.7% di 14.501 tamponi eseguiti, di cui 9.241 antigenici. (Adnkronos)

– Sono 96 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte (di cui 11 dopo test antigenico), pari allo 0.7% di 14.501 tamponi eseguiti, di cui 9.241 antigenici. Questa la situazione nelle altre province: 713 Asti, 432 Biella, 1.447 Cuneo, 940 Novara, 5. (Radio Gold)

Sono troppi i piemontesi over 60 che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale anti covid. Ai medici verrà chiesto supporto affinché iscrivano direttamente sulla piattaforma regionale, i pazienti che non hanno ancora aderito, mentre ai primi cittadini sarà richiesto di intervenire con attività di sensibilizzazione sul loro territorio. (TorinoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr