Circuiti integrati: cos'è la crisi dei microchip?

Teleblog ECONOMIA

Secondo alcune pianificazioni la crisi dei microchip finirà entro il 2023, con un possibile miglioramento già a partire dalla metà del 2022

In particolare ci riferiamo ai microchip, circuiti integrati di piccole dimensioni che hanno un ruolo fondamentale.

La crisi dei microchip è causata da diversi fattori, prima fra tutti la mancanza di materiali con cui i circuiti integrati sono prodotti, specificatamente si parla di semiconduttori. (Teleblog)

Se ne è parlato anche su altri media

Auto quasi pronte, da completare coi chip. Il terzo metodo più utilizzato dai costruttori auto per attenuare gli effetti della scarsità di chip è quello accumulare una scorta di vetture praticamente finite, da completare solo con l'aggiunta dei chip mano a mano che arrivano Anche General Motors sta lavorando con Qualcomm, STM e Infineon per sviluppare dei microcontrollori alternativi ai microprocessori che possano unire in un unico componente le funzioni di diversi chip. (Motor1 Italia)

Nel frattempo tutte le Case costruttrici stanno riempiendo i magazzini con auto praticamente finite, con l’unica eccezione delle centraline Infatti è la mancanza dei microchip o semiconduttori a vessare pesantemente il sistema. (ClubAlfa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr