Cessione credito bonus casa: vale il vecchio prezzario per l’asseverazione?

Cessione credito bonus casa: vale il vecchio prezzario per l’asseverazione?
Investire Oggi ECONOMIA

Questo significa non prima di metà gennaio 2022 e questo significherebbe anche impossibilità per i tecnici di rilasciare l’asseverazione e, quindi, pratiche di cessione credito e sconto in fattura non fattibili fino ad allora

In un nostro precedente articolo (che in questa sede riprendiamo) avevamo messo in evidenza come bisognasse attendere più o meno la metà di gennaio 2022 per il nuovo decreto del Ministero che fissasse i valori massimi (prezzi) per ciascun bene. (Investire Oggi)

La notizia riportata su altri media

Per consentire ai contribuenti di trasmetterle, allora, «le relative procedure telematiche dell’agenzia delle Entrate saranno aggiornate entro il prossimo 26 novembre». Vediamo qui sotto un riepilogo di tutti i chiarimenti principali forniti dal Fisco. (ingenio-web.it)

FAQ e chiarimenti su Bonus edilizi, cessione credito e sconto fattura per lavori pagati ma non ultimati: regole su detrazione, responsabilità e recupero. Le FAQ sui Bonus edilizi chiariscono anche il caso dei lavori già in corso, fatturati e pagati con relativa cessione o sconto. (PMI.it)

articolo 1, comma 574, della legge n. 147 del 2013, secondo cui i contribuenti che, ai sensi dell’articolo 17 del d.lgs. Tale limitazione non si applica, invece, alle spese sostenute per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell’edificio. (Gazzetta del Sud)

Superbonus nel 730: basta un solo visto di conformità, ultimi chiarimenti Agenzia delle entrate

Non solo: nei report dell’Agenzia sono annotate cessioni di crediti ritenuti inesistenti, per lavori mai realizzati, addirittura in favore di persone inconsapevoli, che poi si sono ritrovate nel cassetto fiscale le fatture. (Il Sole 24 ORE)

Parziale dietrofront, ma molto atteso. I due nuovi obblighi nati col decreto anti frodi non si applicano ai contribuenti che hanno usufruito di cessione del credito e sconto in fattura prima del 12 novembre cioè prima del decreto anti frodi stesso Il problema è che la retroattività di queste norme ha creato paura e confusione in chi aveva già beneficiato dei bonus casa. (iLoveTrading)

Superbonus in dichiarazione dei redditi: serve il doppio visto di conformità? Alcune regole, visto di conformità sulla documentazione, attestazione della congruità delle spese, non riguardano più solo il superbonus ma anche gli altri bonus edilizi. (Investire Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr