"Risparmiatori da risarcire"

il Resto del Carlino ECONOMIA

Ora Patuelli chiede che i risparmiatori e le banche concorrenti italiane vengano adeguatamente e tempestivamente risarcite per i gravi danni subiti per l’errore di diritto compiuto dalla precedente Commissione Europea

Patuelli rileva che la Corte di Giustizia Europea ha dichiarato legittimo l’intervento del Fitd su Tercas che fu solo il primo ad essere predisposto e bloccato dalla precedente Commissione Europea che cosi bloccò conseguentemente i seguenti interventi preventivi del Fitd per i salvataggi delle “quattro banche”, a cominciare da Carife (il Resto del Carlino)

Su altri media

Ne dà notizia il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, annunciando che la Corte di Giustizia europea ha definitivamente sentenziato. «La Corte - scrive Patuelli - ha ora definitivamente accertato un errore di diritto della precedente Commissione europea sul caso Tercas». (Il Messaggero)

Il caso Tercas. Era il 2013 quando la Banca popolare di Bari manifestò il suo interesse a sottoscrivere un aumento di capitale di Banca Tercas commissariata un anno prima da Bankitalia. Il salvataggio di Banca Tercas nel 2014 da parte della Banca Popolare di Bari grazie ai fondi concessi dal Fondo Interbancario (Fitd) non fu aiuto di Stato come all’epoca decretò la Commissione Ue. (Wall Street Italia)

L’analisi di Giuseppe Liturri. “Un errore di diritto commesso da tale istituzione (la Commissione)”. L’assenza di un vincolo di capitale tra Stato e FITD è di sicura rilevanza per escludere la possibilità di imputazione allo Stato dell’intervento del FITD. (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr