Spilamberto. Amazon, parcheggio solo in retromarcia

La Gazzetta di Modena ECONOMIA

Perché, si sa, un piccolo gesto per l’uomo può essere una grande soluzione per la comunità.L’obbligo del parcheggio in retromarcia non è un vezzo della dirigenza e nemmeno una decisione arbitraria assunta dai vertici.

Sono le auto dei dipendenti Amazon, parcheggiate, si potrebbe dire, in modo non ortodosso.

Quanti di noi, infatti, entrano in un parcheggio a pettine in retromarcia?

Per il momento, non ci sono oppositori in vista e nemmeno “no-retro-park”, tutti sembrano essere d’accordo con la filosofia Amazon

Ma in Amazon, come già in altre aziende, la regola è una e vale per tutti: si entra in retromarcia. (La Gazzetta di Modena)

La notizia riportata su altre testate

L’introduzione della norma di sicurezza relativa alla modalità di parcheggio in retromarcia ci permette di prevenire eventuali incidenti dovuti alla visibilità di eventuali ostacoli o pedoni di passaggio. (Fanpage.it)

L’introduzione della norma di sicurezza relativa alla modalità di parcheggio in retromarcia ci permette di prevenire eventuali incidenti dovuti alla visibilità di eventuali ostacoli o pedoni di passaggio. (leggo.it)

L’introduzione della norma di sicurezza relativa alla modalità di parcheggio in retromarcia ci permette di prevenire eventuali incidenti dovuti alla visibilità di eventuali ostacoli o pedoni di passaggio. (Sky Tg24 )

Nel parcheggio della sede veneta di Amazon quindi tutte le auto vengono appunto posteggiate con il frontale rivolto verso l’esterno, la strada, già pronte per uscire senza doversi girare prima. I saldi invernali su Amazon. (Virgilio Motori)

Per qualcuno è già divenuto “il caso Amazon dei parcheggi al contrario”. Si tratta di una direttiva che il colosso delle vendite digitali ha emesso per regolare i parcheggi nella propria sede, italiana, di Rovigo. (Automoto.it)

Amazon giustifica questa presa di posizione in nome della sicurezza: a detta della società, parcheggiando in questo modo è possibile evitare una serie di sinistri stradali che invece si verificherebbero parcheggiando a muso in avanti. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr