VARIANTE INGLESE: è più CONTAGIOSA perché si rimane INFETTI più a LUNGO. Gli AGGIORNAMENTI

VARIANTE INGLESE: è più CONTAGIOSA perché si rimane INFETTI più a LUNGO. Gli AGGIORNAMENTI
iLMeteo.it INTERNO

Per questo l’isolamento è passato da 14 giorni a 10 giorni e in alcuni Paesi a 7 (dipende dalle leggi nazionali).

è più CONTAGIOSA perché si rimane INFETTI più a LUNGO.

Gli AGGIORNAMENTI. La VARIANTE INGLESE è più CONTAGIOSA con effetti di LUNGA DURATAUn recente studio dell'Università di Harvard ha confermato che la VARIANTE INGLESE B.1.1.7 del coronavirus è più contagiosa rispetto alle altre.

Secondo le prime ipotesi la variante inglese pareva più trasmissibile a causa della maggior carica virale che induce negli infetti, invece il motivo potrebbe stare proprio nella maggiore durata dell’infezione. (iLMeteo.it)

Su altre fonti

Covid, perché la variante inglese si diffonde di più: l'ipotesi Una ricerca americana svela la causa della maggiore contagiosità della variante inglese del coronavirus. (Virgilio Notizie)

Rivedere le regole. In Italia isolamento e quarantena terminano dopo 10 giorni con test molecolare con risultato negativo. Le implicazioni sulla quarantena. Le prime ipotesi erano che la variante inglese fosse più trasmissibile per la maggior carica virale che induce negli infetti, invece potrebbe trattarsi di maggiore durata dell’infezione. (Notizie - MSN Italia)

La variante inglese è più contagiosa perché i positivi rimangono infettivi più a lungo

Parametri che, se questo studio venisse confermato, potrebbero venire messi in discussione alla luce di una maggiore diffusione della variante inglese Covid, perché la variante inglese è più contagiosa: le conseguenze sulla quarantena. (Improntaunika.it)

Per questo l’isolamento è passato da 14 giorni a 10 giorni e in alcuni Paesi a 7 (dipende dalle leggi nazionali) La variante inglese B.1.1.7 è più contagiosa, si è calcolato di almeno il 50 per cento in più, e per questo motivo viene tenuta sotto stretta osservazione: perché capace di far impennare la curva della conta dei casi positivi in poche settimane. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr