Green pass al lavoro, i controlli e le sanzioni: ecco come funziona

Green pass al lavoro, i controlli e le sanzioni: ecco come funziona
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Può avvenire nel caso in cui si utilizzi un green pass falso oppure perché quel giorno non si è stati controllati.

Tutti i lavoratori e tutte le persone che entrano nei luoghi di lavoro da venerdì 15 ottobre dovranno obbligatoriamente avere il green pass.

Chi non avrà il certificato verde con il noto Qr code non potrà lavorare e la sua sarà considerata un’assenza ingiustificata.

Le altre regole – Con l’introduzione dell’obbligo di green pass non cambiano le altre regole previste dai protocolli aziendali per garantire la salute e sicurezza dei lavoratori

Quanto spesso avviene il controllo – La verifica del green pass è ammessa anche a campione, ma devono riguardare almeno il 20% della forza lavoro. (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altri giornali

Green Pass per i luoghi di lavoro dal 15 ottobre: dai trasporti agli uffici i dubbi e le allerte a tre giorni dal via di Sara Bernacchia. Guardando alla pubblica amministrazione, preoccupano in particolare i trasporti e la raccolta dei rifiuti, settori in cui le conseguenze delle assenze potrebbero creare disservizi già nella giornata di venerdì (La Repubblica)

Basterà il badge aziendale per verificare il green pass. Lo prevede, tra l'altro, il dpcm firmato ieri dal premier, Mario Draghi, sui controlli del green pass per l'accesso nei luoghi di lavoro. (Italia Oggi)

Il green pass coprirà anche gli italiani vaccinati all’estero che potranno richiederlo attraverso un modulo online anche per i propri familiari Vengono riviste alcune indicazioni contenute nel dpcm dello scorso 17 giugno che ha introdotto il green pass in Italia dal primo luglio. (Corriere della Sera)

Green pass: dpcm, via da lavoro chi non lo ha. Una app per controlli ingresso

Una delle più rilevanti è che i lavoratori sprovvisti di certificato verde dovranno essere allontanati dal posto di lavoro. Questo però significa che ogni controllo sul pass deve essere quotidiano, con conseguenze potenzialmente nefaste su produttività, logistica e organizzazione del lavoro in azienda (Il Sussidiario.net)

Se sprovvisti di Qr Code, ma regolarmente vaccinati o in linea con quanto previsto per ottenere il Green Pass, si potrà comunque accedere al luogo di lavoro, dove, dal 15 ottobre, vige la regola di presentarsi provvisti di passaporto vaccinale. (La Stampa)

I dipendenti dovranno essere opportunamente informati dal proprio datore di lavoro sul trattamento dei dati attraverso una specifica informativa“ Il lavoratore che non esibisce il Green pass deve essere considerato assente ingiustificato e non può essere destinato allo smart working o al lavoro agile. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr