Consob: meno del 2% dei CEO delle società quotate sono donne

Consob: meno del 2% dei CEO delle società quotate sono donne
Money.it ECONOMIA

Ma a crescere è soprattutto il numero di donne che siedono nei consigli d’amministrazione delle società quotate, ora al 39% rispetto al 7% di dieci anni fa.

Il numero di donne nel ruolo di CEO delle società quotate in Borsa continua a calare.

Nel 2013, infatti, le donne alla guida delle società quotate in Borsa superavano la soglia del 3%, un dato comunque già debole.

Cala il numero di donne CEO. (Money.it)

La notizia riportata su altre testate

A fine 2020 la presenza femminile negli organi sociali degli emittenti quotati italiani raggiunge quasi il 39% degli incarichi di amministrazione e di controllo. La quota di imprese con la presenza di un comitato sostenibilità risulta più elevata nei settori oil & gas, nelle utilities e nelle assicurazioni (Corriere della Sera)

Complessivamente le società che hanno almeno un investitore di questo genere sono 67, cinque in più dell'anno prima, mentre le partecipazioni detenute dagli investitori istituzionali sono complessivamente 90 (11 in più). (la Repubblica)

Consob, quotate con controllo concentrato e poco contendibili

Come riportato dall’agenzia MF-Dow Jones, il regulator indica come modello di controllo prevalente quello familiare (145 società che pesano per il 25,6%.; Lo sostiene la Consob nel Rapporto annuale sulla corporate governance delle società di Piazza Affari. (Milano Finanza)

Migliorata la situazione per quanto riguarda invece la carica di presidente o presidente onorario che nel 2020 viene ricoperta da 27 donne rispetto alle 12 del 2013. Il modello di controllo prevalente continua ad essere quello familiare (145 società su 228, che pesano per il 25,6% della capitalizzazione di mercato; le imprese a controllo pubblico pesano per il 39,7%). (Teleborsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr