Uccise il padre violento e salvò la madre: assolto

Uccise il padre violento e salvò la madre: assolto
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Aveva ucciso a coltellate il padre violento che stava picchiando per l’ennesima volta la madre.

Invece la Corte di assise di Torino ha assolto Alex Pompa, 20 anni.

Il 30 aprile 2020 nella casa di famiglia a Collegno, […]

La Procura aveva chiesto una condanna a 14 anni.

Secondo i giudici il fatto non costituisce reato.

(Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altre testate

È stato un processo duro, quello che ha visto coinvolti Alex e i suoi familiari, “tragico” in senso etimologico perché ha avuto a che fare con questioni etiche e perché ha visto dialetticamente contrapposte due diverse concezioni di giustizia: quella della legge e quella dell’uomo Sono le parole della madre di Alex Pompa, il ragazzo di Collegno che il 30 aprile 2020 aveva chiamato i carabinieri dichiarando di aver ucciso suo padre - marito e genitore violento - con 34 coltellate. (La Stampa)

Il legale di Alex Pompa: “Caso scuola di legittima difesa, spiace che la procura non abbia seguito la nostra linea”

Ci ho creduto dal primo giorno, da quando ho sentito i primi due o tre audio e il racconto di Alex. Claudio Strata è l’avvocato che è riuscito a far assolvere Alex Pompa dall’accusa di omicidio nei confronti del padre Giuseppe avvenuto a Collegno il 30 aprile 2020. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr