OVS, lettera di intenti per acquisire il 100% di Coin

ilmessaggero.it ECONOMIA

Coin è la catena di department store più diffusa in Italia, con vendite sotto insegna di circa 400 milioni di euro, un network di 37 negozi "full format" in prestigiose location di centro città e 100 negozi a insegna Coincasa.

La lettera di intenti prevede che OVS abbia il diritto di avviare e condurre in esclusiva una fase di due diligence, nel corso della quale il consiglio di amministrazione si avvarrà di consulenti esterni, con l'obiettivo di addivenire - in caso di esito soddisfacente per OVS e di ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni - al perfezionamento dell'acquisizione entro la fine di novembre 2022, si legge in una nota. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altri media

Data la presenza di Stefano Beraldo, amministratore delegato di Ovs, tra i soci di Coin, l’acquisizione ricade nella disciplina delle operazioni con parti correlate. Il board di Ovs ha poi deliberato di proseguire nell’attuazione del programma di acquisto di azioni proprie per un importo fino ad ulteriori 10 milioni (Corriere della Sera)

L’annuncio a Piazza Affari: titolo Ovs guadagna. In seguito all’annuncio, a Piazza Affari il titolo Ovs, quotato su Euronext Milan, guadagna il 2,66% a 1,623 euro per azione nonostante la cautela dimostrata dagli analisti: “A caldo l’asset non ci sembra particolarmente interessante per la bassa redditività che ha sempre generato – scrive Equita – L’aggregazione con OVS diluirebbe nuovamente i margini e il modello di business del gruppo (Notizie - MSN Italia)

Per OVS si tratta di un'operazione che sa di passato, in quanto era un tempo la costola discount di Coin, da cui si è stata staccata nel 2014 prima della quotazione in Borsa. "La buona conoscenza dell'asset da parte di OVS e il supporto di TIP (primo azionista di OVS) ci porta a ritenere che l'opzione sarà valutata con molta attenzione e cautela", viene aggiunto. (ilmessaggero.it)

Nel 2014 il ramo d'azienda OVS-UPIM viene scorporato dal Gruppo Coin, fortemente indebitato, conferendo le attività alla nuova società OVS spa, quotata in Borsa. (Nordest Economia)

Nel 1999 viene quotato in borsa il gruppo Coin spa, all'epoca controllato dalle famiglie dei fratelli Piergiorgio e Vittorio Coin Ovs e Coin. approfondimento. Ovs punta a Coin, da soci ok a due diligence. (Sky Tg24 )

Il board di Ovs ha poi deliberato di proseguire nell'attuazione del programma di acquisto di azioni proprie per un importo fino ad ulteriori 10 milioni. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr